Ricerca: la vita e il clima della Terra sconvolti in passato dall’esplosione di due supernove

MeteoWeb

La ricerca pubblicata su The Astrophysical Journal Letters dal gruppo guidato dall’università del Kansas ha rilevato che due supernove, distanti circa 300 anni luce dalla Terra, sarebbero esplose circa 3 milioni di anni fa e 7,6 milioni di anni fa. Le due esplosioni, spiega l’astrofisico Adrian Melott, avrebbero prodotto un bagliore bluastro nel cielo che avrebbe disturbato il sonno degli animali per circa due settimane. Per quel che riguarda i raggi cosmici prodotti dalle esplosioni, è aumentato 20 volte rispetto alla norma il bombardamento di muoni, in grado di penetrare in profondità nelle rocce: la quantità di muoni giunti al suolo sarebbe stata così alta da far aumentare il tasso di mutazione del DNA, facendo aumentare la frequenza del cancro negli animali, ed al contempo anche il ritmo dell’evoluzione. Secondo l’esperto, alle esplosioni si potrebbe anche ricollegare l’estinzione di massa avvenuta circa 2,59 milioni di anni fa, causata dal raffreddamento climatico dovuto ai raggi cosmici, che avrebbero modificato l’atmosfera, in particolare la formazione delle nuvole.