Scontro tra treni in Puglia: i feriti sono “sotto shock”

MeteoWeb

Le persone ricoverate qui, ad Andria, hanno trascorso la notte in maniera tranquilla. Certo, lo shock emotivo è forte ed è da seguire nel tempo“: lo dichiara Stefano Porziotta, direttore sanitario di presidio dell’ospedale “Bonomo” di Andria in riferimento allo scontro tra treni avvenuto ieri in Puglia. “Una delle storie che ci ha colpito è stato sentire ragazzi che ci ripetevano di aver sentito questo contraccolpo, questo rumore assordante, sguardo atterrito. E poi un ragazzino di sei sette anni pieno di vetri, che chiedeva della nonna. È stata una tragedia difficile da accettare“.

La giornata di ieri e la nottata sono trascorse anche all’insegna della solidarietà: “Il servizio immuno-trasfusionale è una rete molto valida ma le donazioni vanno programmate. Nel corso della nottate sono giunte telefonate da tutta Italia perché in tanti volevano aiutarci: ringraziamo per la solidarietà che ci stanno dimostrando“.