Segale: un cereale antichissimo, ricco di proprietà nutritive

MeteoWeb

La segale, presente da secoli nell’alimentazione umana, è coltivata, come tutti i cereali, per i loro particolari frutti che dal punto di vista botanico sono definiti cariossidi ma comunemente e in modo improprio chiamati “semi o chicchi”.

Le proprietà nutritive della segale, infatti, sono di notevole importanza: grazie alla ricchezza di fibre, favorisce la peristalsi intestinale, ha potere saziante, è digestiva, previene la formazione di gas intestinale. Inoltre aiuta a dimagrire, ha azione arterosclerotica, protegge i vasi sanguigni, ha proprietà energetiche e ricostituenti, pertanto è indicata nei casi di stress psicofisico e convalescenza, riduce i calcoli biliari, è un ottimo rimedio naturale contro le vampate di calore in menopausa.

SEGALE 1La segale ha un basso indice glicemico, controlla i livelli di zucchero nel sangue, è un alimento idoneo ai diabetici. Essa contrasta la stitichezza, tiene a bada il colesterolo, è naturalmente consigliata per chi soffre di ipertensione.

Ricca di antiossidanti, previene l’invecchiamento precoce e i danni causati dai radicali liberi, oltre ad esercitare un’azione antitumorale, contrastando il tumore al colon.

SEGALE 2Come consumarla? Sotto forma di farina, utilizzandone i chicchi tostati come sostituti del caffè, producendo una bevanda salutare e nutriente. Il decotto di semi di segale è dotato di effetto lassativo ed emolliente, mentre i fiocchi sono usati in genere nella preparazione del muesli per la prima colazione. Ottimo il pane di segale, considerato molto energetico secondo la medicina popolare. La segale è controindicata se si soffre di gotta, patologia caratterizzata da un aumento di acido urico in circolo e celiachia poiché, seppur in misura minore rispetto al frumento, contiene glutine.