Terremoto La Spezia, qual è la sismicità storica nell’area?

MeteoWeb

Molti abitanti delle province di La Spezia e Massa Carrara hanno avvertito oggi la scossa di terremoto di magnitudo 2,7 verificatasi in mattinata. A fine giugno una scossa più forte aveva creato molta apprensione nella zona. La sismicità in quest’area non è paragonabile con quella dell’Appennino o delle aree calabro-sicule o del Friuli, tuttavia i comuni interessati oggi sono classificati a cavallo fra zona 3 e zona 2 nella classificazione sismica del territorio nazionale.

Storicamente, consultando il catalogo dei terremoti italiani dell’INGV CPTI11, il terremoto più forte verificatosi negli ultimi secoli vicino La Spezia è stato quello di Aulla del 1790 (Mw 4,93). Più forte quello della Lunigiana del 1878 (magnitudo 5,0).

L’area di La Spezia risente dei forti terremoti avvenuti sulle Alpi Apuane ed in Garfagnana: in particolare quello del 1837 (Mw 5,81).Più lontano ma con un risentimento molto importante a La Spezia, il sisma del 1920 in Garfagnana (magnitudo Richter 6,5).