Togliere gli animali ai tossici e ai violenti: è la proposta arrivata da AIDAA

MeteoWeb

La maggior parte delle persone che vengono individuate e denunciate per maltrattamento di animali e per atti di violenza contro gli animali, sono persone che appartengono a tre specifiche categorie: tossici pesanti (non certo quelli che si fanno una canna), violenti e alcolisti irrecuperabili e spesso le stesse persone sono state precedentemente coinvolte in vicende che hanno avuto come oggetto della loro violenza, mogli, figli e altre persone spesso dello stesso nucleo famigliare. Ogni anno sono circa 75.000 i cani e 50.000 i gatti maltrattati a vario livello di questi circa il 20% è oggetto di denunce penali e di queste persone denunciate oltre l’80% ha precedenti per violenza privata.

AIDAA propone al governo una normativa molto semplice e chiara: vietare la proprietà di animali domestici a persone riconosciute come violente, a cui è stata tolta la patria potestà per atti di violenza, ai tossici pesanti che spesso gli animali li usano solo per raccogliere l’elemosina o li vendono come successo ultimamente a Milano per comperarsi una dose di eroina e agli alcolisti cronici che spesso non sono in grado di intendere e volere.