Volete mangiare meno? Fate l’amore. A consigliarlo è la scienza

MeteoWeb

Soddisfare il proprio ”appetito sessuale” per ridurre l’appetito e il desiderio verso il cibo, sarebbe possibile grazie all’ormone dell’amore, l’ossitocina. Questa molecola, infatti, può ridurre l’appetito e il desiderio di ingerire cibi. A questa conclusione è giunto uno studio condotto in Gran Bretagna, all’Università di York, e presentato in Portogallo, nel corso del convegno della Società per lo studio del comportamento alimentare. Gli esperti hanno osservato la quantità di ossitocina nel sangue di un vasto campione di individui di eta’ compresa fra 27 e 50 anni e poi hanno eseguito un esame del Dna di ciascuno per analizzare il tipo di ”recettore per l’ossitocina” (OXTR), ovvero l”interruttore molecolare” cui si attacca l’ormone dell’amore per esercitare la sua azione.

In base al tipo di gene presente nel Dna di un individuo, l’ossitocina può lavorare in maniera più o meno efficiente: gli individui che hanno un gene OXTR più attivo, cioè che risponde meglio all’ossitocina, sono esenti dalla voglia di abbuffarsi e hanno una personalità meno incline a questo tipo di comportamento. In generale, dunque, si può concludere che l’ossitocina è in grado di frenare lo stimolo della fame, quando viene rilasciata dall’organismo, ad esempio attraverso l’attività sessuale, e potrebbe rappresentare una risorsa in più contro i disturbi del comportamento alimentare.