AIDAA: anche quest’anno la presenza dei cani in spiaggia è stata utilizzata per fare cassa

MeteoWeb

Siamo oramai nell’ultimo fine settimana di agosto, e purtroppo – spiega in una nota l’associazione AIDAA – dobbiamo segnalare che anche quest’anno la presenza dei cani in spiaggia è stata spesso utilizzata dai comuni e dalle altre strutture per fare cassa. A quanto ci risulta sono state elevate circa 5.000 multe contro proprietari di cani che erano in spiaggia con fido in questi mesi estivi di giugno, luglio e agosto circa 2.000 in più rispetto allo scorso anno. La media di ciascuna contravvenzione elevata si aggira attorno ai 200 euro il che vuol dire che se tutti pagheranno entro i primi giorni le sanzioni porteranno oltre un milione di euro nelle casse dei comuni, una vera e propria tassazione supplementare alla quale sono stati sottoposti i turisti specialmente in Sicilia, Sardegna, Liguria e Puglia. Circa 7.500 le persone che invece sono state ammonite dalle forze dell’ordine ed allontanate dalle spiagge pubbliche con il loro cane dalle forze dell’ordine in particolare polizia locale e agenti della guardia costiera.”

Si tratta di un dato inaccettabile per il turismo italiano – dichiara Lorenzo Croce presidente di AIDAA – la situazione invece di migliorare è peggiorata, a noi sono arrivate centinaia di richiesta di informazioni in quanto le segnaletiche spesso erano errate o addirittura inesistenti.”