Alla scoperta dell’isola di Comino e della fiabesca Laguna Blu

MeteoWeb

L’isola di Comino è la terza isola più grande dell’arcipelago di Malta. Con soli 4 residenti, deve il suo nome al cumino, il finocchio selvatico chiamato “kemmuna” in maltese; una delle poche piante che un tempo riusciva a crescere sul suo suolo arido.

Tra Comino e Cominotto si trova la fiabesca Laguna Blu, una delle principali attrazioni dell’isola, “incorniciata” da rocce tappezzate di finocchio, trifogli, iris selvaggi e popolata da pesci pagliaccio, gallinelle, scorfani, spugne gialle e viola e anemoni. La Laguna Blu, una baia protetta dove l’acqua del mare ha una tinta azzurro chiaro, rivelando, in trasparenza, il candore della sabbia bianca, non ha nulla da invidiare alle destinazioni più lontane.

COMINO 3L’isola di Comino è un paradiso per gli amanti dello snorkeling, del windsurf, di immersioni, escursioni e fotografie.

Con una superficie di appena 1,5 km quadrati, un tempo nascondiglio di pirati e contrabbandieri, è un angolo di paradiso scagliato nel Mediterraneo come dono di Dio agli uomini…peccato non si possa definirlo “incontaminato” dato che, durante la bella stagione, l’isola è assediata dai turisti a bordo di imbarcazioni private o crociere.

COMINO 2L’isola è dotata di un solo albergo, una piccola cappella dedicata al ritorno di Nostra Signora d’Egitto, costruita nel 1618, che sorge sul sito di una chiesa molto più antica, segnalata su una mappa di navigazione del British National Marittime Museum di Greenwich, ed una torre di guardia dei Cavalieri, costruita dal Gran Maestro Alof de Wignacourt. Comino è un luogo famoso per gli amanti del cinema, nota soprattutto per la rappresentazione del carcere di Château d’If de ‘Il conte di Montecristo’ di Alexander Dumas.