Una grande “sfilata” di Pianeti insieme alle Stelle Cadenti per la notte di San Lorenzo: ecco quando sarà il picco delle Perseidi

MeteoWeb

Una sfilata di pianeti saluta le stelle cadenti, le suggestive scie delle Perseidi, note anche come le stelle di San Lorenzo. L’allineamento di Venere, Mercurio e Giove, e poi di Marte e Saturno sara’ gia’ visibile oggi mentre tra l’11 e il 12 agosto e’ previsto il picco delle meteore. Si prevede un’annata da record, con picchi di 200 meteore l’ora, ovvero il doppio di quelle che si registrano gli altri anni. Tutto merito di Giove, spiega l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), che per un fortunato gioco di posizioni riuscira’ ad incanalare verso la Terra, con la sua forza di gravita’, un numero maggiore del solito di particelle provenienti dalla cometa Swift-Tuttle. Lo sciame infatti e’ causato dalle polveri lasciate lungo la sua orbita da questa cometa e che il nostro pianeta attraversa ogni anno in questo periodo. Per osservare le scie luminose lasciate dai detriti mentre entrano nella nostra atmosfera, bisognera’ guardare soprattutto in direzione della costellazione di Perseo, da cui le Perseidi prendono il nome, perche’ la pioggia luminosa sembra cadere da un punto collocato in questa costellazione. Un aiuto quest’anno arriva anche dalla Luna, che sara’ nell’ultimo quarto e tramontera’ nelle prime ore della notte, lasciando campo libero al buio. Inoltre, si sara’ l’eccezionale sfilata di ben 5 pianeti, che fara’ da cornice alle meteore. ”Si comincia da Venere e Mercurio, i piu’ bassi sull’orizzonte, visibili subito dopo il tramonto in direzione ovest” ha detto Paolo Volpini, dell’Unione Astrofili Italiani (Uai). Poi tocchera’ a Giove, sempre nella stessa direzione, mentre a Sud nelle ore successive saranno visibili Marte e Saturno. Quest’ultimi, l’11 e il 12, saranno anche in congiunzione con la Luna. In concomitanza con le Perseidi, torna anche l’iniziativa ‘Notti delle stelle-Calici stelle’, ideata da Movimento Turismo Vino e promossa da Associazione Nazionale Citta’ del Vino in collaborazione con la Uai che prevede manifestazioni eno-gastronomiche in tutta Italia e osservazioni del cielo. L’unica preoccupazione arriva dal meteo ma soprattutto al Nord, mentre al Sud e parte del centro il cielo si prevede sereno.