Avvistato nuovo esemplare di foca monaca alle Egadi

MeteoWeb

Lo scorso inverno alle isole Egadi è stato avvistato un nuovo esemplare di foca monaca. L’avvistamento è risultato essere particolarmente interessante rispetto al solito in quanto si tratta di una specie di razza adulta con caratteristiche morfologiche ben diverse dall’esemplare registrato dalle foto trappola del 2011.

A individuare l’esemplare, un monitoraggio effettuato dall’Ispra e dell’Ente Gestore dell’Area Marina Protetta “Isole Egadi”, in collaborazione con il ministero dell’Ambiente.

Considerata la rarità’ della specie e la scarsità’ di informazioni sulla sua frequentazione dei siti costieri italiani, il riscontro nell’arcipelago siciliano e’ molto importante per la sua valenza conservazionistica.

Proprio per la straordinaria rilevanza dell’avvenimento l’Area Marina e l’Ispra hanno lanciato un appello per il periodo estivo,  in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, a tutti i turisti e naviganti che frequentano i mari e le oste italiane.

In caso di avvistamento occorre spegnere subito i motori dell’imbarcazione, mantenere il silenzio, e aspettare che l’animale continui il proprio percorso.

Le foche, incuriosite, possono avvicinarsi ai natanti, ai subacquei ed alle imbarcazioni, ma in nessun caso devono essere disturbate, molestate e inseguite sia in acqua sia a terra. Qualora non fosse possibile spegnere i motori dell’imbarcazione, bisogna passare lentamente e posteriormente  all’esemplare osservato al fine di non costringerlo o spaventarlo.

Se si è a nuoto basta allontanarsi celermente senza disturbare l’animale.