Dieta della spiaggia: ecco cos’è e come funziona

MeteoWeb

Dimagrire sotto l’ombrellone è possibile. Da giorni spopola in rete la dieta della spiaggia che sembra aver conquistato il consenso, ma anche il palato, di tutto il popolo del web.

Già gli esperti avevano assicurato che dimagrire in estate è molto più semplice rispetto ai mesi invernali, in quanto con il caldo afoso il corpo richiede molto meno cibo del solito e un maggior quantitativo di liquidi.

Alcuni hanno affermato di aver perso 4 kg un un mese seguendo la ormai celebre dieta della spiaggia, da abbinare però, tanto esercizio fisico, come una corsetta sulla spiaggia o meglio ancora una bella nuotata: ecco come funziona!

Colazione: è proprio al mattino che il corpo ha bisogno di riacquistare le energie necessarie che servono per affrontare al meglio la giornata; non è necessario evitare di bere caffè o te, basta avere un occhio di riguardo sulla quantità di zucchero da usare. Due fette biscottate, possibilmente integrali, con marmellata biologica e un vasetto di yogurt magro accompagnato da un frutto, sarà la scelta ideale.

insalata di rucolaPranzo: la varietà vi lascerà senza parole e soddisferà le esigenze di tutti. Sotto l’ombrellone non c’è niente di meglio di un’insalatona ricca e fresca: lattuga, rucola, valeriana, da abbinare a pomodori, cetrioli, carote (che favoriscono l’abbronzatura) leggermente condite con qualche fiocco di feta, un filo d’olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

Un’altra valida alternativa è scegliere un piatto di bresaola, rucola e grana, condita con del limone: l’agrume aiuterà a bruciare i grassi e renderà il piatto fresco in bocca.

Merenda: La merenda è uno spuntino di fondamentale importanza quando si è a dieta, in quanto solo in questo modo si riuscirà a placare la fame. Un ghiacciolo alla frutta sarà provvidenziale, in quanto ricco di acqua che rinfrescherà con gusto il palato dalla calura estiva.

Cena: Evitare i carboidrati è essenziale per perdere peso velocemente, specie in estate; da prediligere sono invece le proteine meglio ancora se abbinate al pesce. Via libera dunque a grigliate di pesce contornate da verdure di stagione e da condire con pochissimo sale e un abbondante manciata di erbe aromatiche. Per chi invece non riesce a resistere alla carne, meglio  tacchino, coniglio e pollo rispetto alle carni rosse.