Incendi boschivi: oggi 23 richieste di intervento aereo

MeteoWeb

Prosegue senza sosta l’impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile: anche oggi, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra.

Al momento, sono 23 le richieste di concorso aereo ricevute  dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento, di cui 7 dalla Campania, 6 dal Lazio, tra cui anche quelle per gli incendi che stanno colpendo la Capitale e Fiumicino, 5 dalla Calabria, 3 dalla Sardegna e una dalla Basilicata e una dalla Toscana.

L’intenso lavoro svolto dai piloti  dei mezzi aerei – 16 Canadair del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ai quali si sono aggiunti due elicotteri del Corpo Forestale dello Stato e due dell’Esercito Italiano – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere,  finora,  quattordici roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

È utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, da comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva.