Incendio in un’azienda di rifiuti: vietato l’uso di acqua e il consumo di frutta e ortaggi

MeteoWeb

Il sindaco di Bolano, Alberto Battilani, ha emesso un’ordinanza con cui viene vietato l’uso di acqua di sorgente e il consumo di ortaggi e frutta in un raggio di 300 metri dall’azienda di trattamento di rifiuti ‘Costa Mauro‘ dove ieri si è sviluppato un incendio. L’azienda e’ nel comune toscano di Albiano Magra (Massa Carrara) che confina con Bolano. L’ordinanza e’ stata presa in via precauzionale dal primo cittadino per mettere al riparo i cittadini dai fumi e dalle ceneri dell’incendio che possono essere ricadute nel territorio di Bolano. L’ordinanza restera’ in vigore fino a quando i controlli dell’Agenzia regionale per l’ambiente della Liguria daranno esito negativo. Anche il Comune di Santo Stefano Magra sta disponendo accertamenti per verificare se emanare un’ordinanza simile a quella di Bolano. In pochi anni si sono verificati già tre incendi alla ‘Costa Mauro’. Il proprietario, Mauro Costa, nel 2007 aveva denunciato di aver ricevuto richieste estorsive. Sempre Costa, successivamente, è stato condannato per corruzione per aver regalato un orologio Cartier a un funzionario dell’Ambiente della provincia apuana.