Maltempo: mucca uccisa da un fulmine nel bergamasco

MeteoWeb

Anche una mucca uccisa da un fulmine l’altro giorno e danni per 5 milioni di euro dall’inizio dell’anno. E’ un’estate da dimenticare per la provincia di Bergamo che – spiega la Coldiretti Lombardiasoprattutto fra giugno e luglio e’ stata colpita da bombe d’acqua, trombe d’aria e massicce grandinate. Le ultime tempeste sono avvenute nella fascia che comprende Calcinate, Mornico al Serio, Zanica, Comun Nuovo, Bergamo, Dalmine, Lallio, Treviolo e Brembate. Alberi abbattuti, mais ormai vicino alla raccolta piegato o spezzato, colture in campo completamente sommerse dall’acqua o triturate dai chicchi di grandine ma anche tetti scoperchiati e capannoni danneggiati. Domenica mattina molte le serre divelte o con le coperture strappate dal vento – spiega la Coldiretti provinciale – in alcune zone per diverse ore e’ mancata la corrente e le operazioni di mungitura si sono svolte in modo difficoltoso. Sul Monte Torrezzo ai Colli di San Fermo una mucca e’ stata uccisa da un fulmine“.

Negli ultimi dieci anni – spiega Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – il maltempo ha causato nei campi italiani danni per circa 14 miliardi di euro. L’effetto dei cambiamenti climatici lo vediamo con le piogge e la grandine: sempre piu’ violente e concentrate. Un disastro soprattutto per le colture in campo e gli alberi in fiore o con i frutti appena nati”. “Di fronte al ripetersi di queste situazioni – conclude la Coldiretti – diventa sempre piu’ importante il crescente ricorso all’assicurazione quale strumento per la migliore gestione del rischio“.