Mirtilli: bacche succulente ricche di virtù benefiche

MeteoWeb

Il mirtillo è un arbusto molto comune nei boschi e lungo i sentieri delle zone montane, appartenente alla famiglia delle Ericaceae. Se me contano varie specie, di cui quella più ricca di proprietà la Vaccinium myrtillus.

A scopo terapeutico preziose sono le sue bacche: i mirtilli. Costituiti all’84% da acqua, sono ricche di antociani, potenti antiossidanti che contrastano l’attività dei radicali liberi, prevengono i tumori, le infezioni e le malattie degenerative.

MIRTILLI AGO 2I mirtilli prevengono i segni dell’invecchiamento, ritardano la comparsa di rughe, macchie senili, perdita di capelli, contrastano l’Alzheimer, la demenza e la cataratta, grazie all’acido clorogenico regolano i livelli di zucchero nel sangue, a tutto beneficio di chi soffre di diabete.

Inoltre migliorano la funzione cognitiva, proteggono il sistema cardiovascolare, migliorano la circolazione, pertanto sono consigliati in caso di artrite, ritenzione idrica, vene varicose ed emorroidi. I mirtilli, contenendo acido ippurico, prevengono le infezioni urinarie (cistiti, uretriti), inibendo la crescita dei batteri; prevengono la stitichezza, migliorano il processo digestivo.

MIRTILLI AGO 3Queste preziose bacche stimolano la produzione di succhi gastrici, rinforzano il sistema immunitario, con effetto sgonfiante immediato, favorendo la diuresi. Come consumare i mirtilli? Freschi, allo stato naturale, come ingredienti di fresche macedonie, in aggiunta ad un vasetto di yogurt magro, sotto forma di succo concentrato, meglio se centrifugato fresco.