Povertà: dai satelliti la prima mappa della situazione economica mondiale

MeteoWeb

Combinando i dati dei satelliti e dell’intelligenza artificiale si ricava la più completa mappa della povertà nel mondo. Il lavoro coordinato da Neal Jean, dell’università di Stanford, e pubblicato su Science, permette di stimare il reddito e i consumi delle famiglie osservando alcuni indicatori dallo spazio, come il consumo di luce o le condizioni delle strade, raggiungendo anche regioni impossibili, come le zone di guerra. Avere i dati come il reddito pro capite oppure i consumi delle singole famiglie e’ fondamentale per definire le politiche e assegnare risorse o fare interventi mirati. Il problema e’ a volte enorme nei paesi molto poveri o in via di sviluppo, un esempio su tutti e’ quello dell’Africa dove, secondo i dati della Banca Mondiale, tra il 2000 e il 2010 ben 39 paesi su 59 avevano condotto meno di 2 indagini mirate a ottenere queste informazioni. Il modello funziona quasi perfettamente e riconosce nel 99% dei casi le zone che secondo i parametri standard sono 2 volte al di sotto della soglia di povertà.