Roma, “E lucevan le stelle”: 8 incontri per imparare il cielo di notte

MeteoWeb

A Roma, dall’8 agosto al 30 settembre otto appuntamenti serali per osservare il cielo da altrettante location in città e scoprire una nuova e misteriosa costellazione nel cielo di Roma. Per individuarla, tra le tante altre costellazioni che illuminano le notti d’estate, partirà un emozionante percorso attraverso diversi quartieri, la cui disposizione geografica ne definisce il tracciato: collegando tra loro, come se fossero stelle, le piazze, i parchi e gli altri luoghi pubblici dislocati nelle diverse zone romane, dal centro alla periferia, si otterrà una rete dalla forma suggestiva. Spetterà al pubblico scegliere il nome di questa nuova costellazione sui social network, collegandola all’hashtag, che riprende il nome dell’iniziativa: #Elucevanlestelle. A partire dall’8 agosto, dalle 21 alle ore 24, il Planetario di Roma invita tutti a partecipare a quest’emozionante percorso di riconoscimento, attraverso le 8 osservazioni astronomiche gratuite, ad occhio nudo e con il telescopio, dal centro storico alla Tuscolana, dall’Aurelia alla Nomentana fino al Gianicolo. Grandi e piccini potranno di volta in volta ammirare all’oculare magnifici gioielli del firmamento come la Luna, Saturno, Giove, Nettuno, Marte, le stelle cadenti, tanti altri astri e sarà anche l’occasione per individuare anche la Stazione Spaziale Internazionale. Le serate saranno animate da visite guidate al cielo, in cui gli astronomi illustreranno stelle e costellazioni con un apposito puntatore laser e con un amplificatore portatile. La narrazione spazierà dalle mitologie delle costellazioni, alle stelle cadenti, fino alle notizie più recenti riguardanti i corpi celesti. Ogni serata affronterà un tema storico-astronomico, al quale si farà riferimento sia nella narrazione delle visite guidate, sia nella scelta degli astri da osservare con il telescopio. Le osservazioni di ‘E lucevan le stelle‘ si ispirano in parte al progetto urbanistico di Papa Sisto V che, secondo alcune fonti storiche (piuttosto controverse), intendeva allacciare le principali basiliche romane riproducendo sulla pianta della città il disegno della costellazione dell’Orsa Maggiore, con la Basilica di San Pietro in posizione da Stella Polare. “Con le linee programmatiche abbiamo preso l’impegno di dedicare alla scienza e alle sfide che ci pone, un ruolo importante nella crescita culturale di Roma. E’ un impegno cui abbiamo dedicato lavoro e incontri già in questi primi giorni di mandato. Con E lucevan le stelle facciamo un primo, piccolo ma significativo passo per iniziare nuovamente ad alzare lo sguardo verso il cielo. Non per dimenticare i mali che affliggono Roma e le nostre società, ma per ricordarci che la voglia di esplorare, inventare, di costruire il futuro sono indispensabili per cambiare il nostro tempo. E per cominciare a raccontare a cittadini romani e turisti che la scienza è di casa a Roma,” dichiara l’assessore alla Crescita culturale Luca Bergamo. ‘E lucevan le stelle’ è un’iniziativa promossa da Roma Capitale, assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali elaborata dagli astronomi del Planetario con la supervisione della direzione ‘Musei Scientifici e Planetario – Museo Civico di Zoologia’.In caso di cielo nuvoloso l’evento verrà rimandato. I partecipanti in possesso del proprio telescopio potranno segnalarlo all’indirizzo info@planetarioroma.it, ricevendo tutte le informazioni necessarie. Chi non ha un telescopio, o nemmeno un binocolo, potrà sbirciare in quelli degli altri, per curiosare fra le stelle d’estate semplicemente alzando gli occhi al cielo. La partecipazione è gratuita. Per tutte le informazioni : 060608 www.planetarioroma.it #Elucevanlestelle.

STELLE CADENTI 4Ecco il calendario dell’iniziativa:
Lunedì 8 Agosto – PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO (centro storico) Principali astri visibili: Luna, Giove, stelle cadenti Tema: gli osservatori astronomici di Roma (fra i quali lo stesso Palazzo Senatorio). Riferimenti architettonici alla stella di Michelangelo e alla costellazione di Sisto V, alla presenza dei Dioscuri (Castore e Polluce)
Martedì 9 Agosto – MONUMENTO A GARIBALDI (piazzale Giuseppe Garibaldi, Gianicolo) Principali astri visibili: stelle cadenti, Stazione Spaziale Internazionale Tema: la presentazione del cannocchiale di Galileo a Roma (1611). Dalle osservazioni delle lune di Giove alla missione Juno
Mercoledì 10 Agosto – TERRAZZA DEL PINCIO (Villa Borghese) Principali astri visibili: Luna, stelle cadenti, Stazione Spaziale Internazionale Tema: la notte di San Lorenzo e le stelle cadenti
Lunedì 22 Agosto – PIAZZA NAVONA (centro storico) Principali astri visibili: Saturno, Marte, soli dei pianeti extrasolari, Triangolo Estivo Tema: Giordano Bruno e i pianeti extrasolari. L’allagamento della piazza per ricordare l’esondazione periodica del Nilo nel giorno della levata eliaca di Sirio
Sabato 10 Settembre – CAMPO DEI TORNEI, VILLA TORLONIA (Nomentana) Principali astri visibili: Luna, Saturno, Albireo, Epsilon Lyrae, Alpha Herculis Tema: Conclusione di Astrosummer 2016. Le stelle, dal planetario al cielo: le più brillanti, quelle doppie, gli ammassi stellari, le costellazioni e i loro miti
Mercoledì 14 Settembre – VILLA CARPEGNA (piazza di Villa Carpegna, Aurelia) Principali astri visibili: Luna, Saturno, Vega, Arturo Tema: La Luna, 47 anni dopo l’Apollo
11 Venerdì 23 Settembre – VILLA LAIS (Piazza Cagliero 20, Tuscolana ) Principali astri visibili: Saturno, Urano, Albireo Tema: nel compleanno di Augusto la transizione dal cielo d’estate a quello autunnale nel giorno dell’equinozio
Venerdì 30 Settembre – PARCO SCHUSTER (Basilica San Paolo – p.le San Paolo) Principali astri visibili: Saturno, Urano, Nettuno Tema: L’astrofisica moderna nella Notte Europea dei Ricercatori. La conclusione della missione Rosetta sulla cometa 67P