Sagra del pesce a Termoli: consumate 3.500 fritture, nella prima serata serviti 650 vassoi, 250 donati alla Caritas

MeteoWeb

Sono 3500 i vassoi di frittura di pescato freschissimo venduti nel porto di Termoli nell’ambito della seconda serata della “Sagra del pesce“, 650 i menu’, al costo di 20 euro ciascuno, serviti nella prima serata dell’evento. La manifestazione di punta dell’estate termolese e’ iniziata il 19 agosto e si concluderà questa sera con gli assaggi gratuiti curati dal Ministero delle Politiche agricole nell’ambito dell’attività di sensibilizzazione al consumo di pesce ‘povero’. Soddisfatta la cooperativa di servizi “Aqva42“, organizzatrice dell’evento che quest’anno ha introdotto tra le novità l’introduzione di biglietti numerati per l’acquisto delle vaschette. Allestite anche aree di intrattenimento e gioco per i bambini. In migliaia nel porto di Termoli hanno gustato la frittura preparata utilizzando ingredienti di prima qualità sia per le farine sia nella scelta dell’olio d’oliva. I 250 vassoi preparati e non acquistati nella prima serata sono stati donati alla Caritas Diocesana.