Salute: “Le immagini shock sulle sigarette sono dannose ed ipocrite”

MeteoWeb

Far vedere immagini di persone con tumori, buchi alla gola, ictus, mentre si fanno soldi con le sigarette è solo un esercizio di grande ipocrisia che produce ansia senza sortire effetti deterrenti“: lo affermano in una nota Donatella Marazziti e Mario Campanella, rispettivamente direttore e membro del comitato scientifico della fondazione Brf.
Aumentano ansia e ipocondria – si legge nella nota – senza assistere a nessun cambiamento nel consumo del tabacco, che aumenta esponenzialmente tra i giovani. 
I dati ci dicono – proseguono la psichiatra e il giornalista sociologo – che il tabagismo aumenta del 5% annuo tra le nuove generazioni.
Vedere quelle immagini su pacchetti che producono soldi -continua la nota – significa pensare che sia un messaggio ipocrita, messo lì giusto per evitare contenziosi.
L’unico effetto è che tanti tabagisti non smettono di fumare ma accumulano patofobie.
Se veramente si volesse aprire una stagione di prevenzione -conclude la nota – bisognerebbe utilizzare parte delle tasse sulle sigarette per una prevenzione non terroristica, per implementare il lavoro dei Sert e per coinvolgere le scuole in un lavoro mirato.