Sanità, ok a nuovi “Lea”: a settembre arriva il “piano vaccini”

MeteoWeb

Con il via libera ai Lea (i livelli essenziali di assistenza) da parte del ministero dell’Economia “a settembre avremo nuove terapie, trattamenti e strumenti per i pazienti”. Compreso il piano nazionale vaccini. È soddisfatta Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, che a margine dell’inaugurazione oggi a Bologna del nuovo polo cardiochirurgico del Policlinico Sant’Orsola, commenta cosi’ l’ok del Mef ai nuovi Lea. “Ce lo aspettavamo- sottolinea Lorenzin- devo ringraziare anche la Conferenza delle Regioni, con cui abbiamo trovato la strada per agevolare l’approvazione”. Ora, spiega il ministro, “e’ solo questione di giorni. A settembre avremo i nuovi Lea, il nuovo nomenclatore per le protesi audiovisive e il Piano nazionale vaccini”. Ovvero, “saremo in grado di dare nuovi trattamenti, terapie e strumenti ai pazienti in modo omogeneo”. Questo e’ “il fulcro del Patto per la salute- sottolinea il ministro- si apre una nuova stagione”, dal momento che i Lea e il nomenclatore “saranno aggiornati di anno in anno. Per venire incontro ai progressi della scienza, non possiamo essere imbrigliati”. L’obiettivo, spiega Lorenzin, e’ “garantire a tutti l’accesso alle terapie” con meccanismi per “prendere in carico i pazienti in modo equo. Purtroppo oggi ci sono ancora dislivelli tra Regioni e Regioni, dove le liste d’attesa sono a un livello tale da impedire di fatto l’accesso alle terapie alle fasce piu’ disagiate”. In questo senso, l’Emilia-Romagna “e’ un benchmark- loda il ministro- per questo ho chiesto di fare proprio il modello organizzativo emiliano anche alle altre Regioni”