Scoperto un nuovo antenato dell’uomo: è un ominide sconosciuto delle isole Andamane

MeteoWeb

Fino a questo momento era completamente sconosciuto, ma a quanto pare si tratta di un antenato dell’uomo. La sua esistenza è stata individuata nel patrimonio genetico di individui che vivono nelle isole Andamane, l’arcipelago nell’Oceano indiano.E’ quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature Genetics. I ricercatori hanno analizzato il genoma di 10 individui e l’hanno comparato con le sequenze di altri 60 individui provenienti dall’India continentale con differenti storie etniche. E hanno scoperto che le sequenze genetiche degli andamanesi contenevano tracce di DNA che non risalirebbero alle due specie che si sono intrecciate con l’Homo sapiens – il Neanderthal e l’uomo Denisoviano – ma a un ominide sconosciuto ed estinto completamente assente dal patrimonio genetico di europei ed est asiatici (gli africani sono già esclusi dato che non hanno traccia nel loro genoma di incroci).

indigeni antamaneIn questo studio abbiamo scoperto nella sequenza del Dna dei moderni umani, specialmente nelle popolazioni Jarawa e Onge, frammenti che non appartengono né ai Neanderthal, né ai Denisoviani e neanche a gruppi umani più contemporanei“, ha spiegato al giornale indiano The Hindu, Partha P. Majunmder, ricercatore dell’Istituto nazionale di genomica biomedica di Kalyani, in Bengala Occidentale. “Ulteriori analisi statistiche dei segmenti del DNA – ha continuato – hanno mostrato che la spiegazione migliore dell’origine di questi frammenti di DNA e che appartengono a un terzo antenato umano sconosciuto che è estinto. L’antenato umano sconosciuto è come un fratello evolutivo dei Neanderthal e dei Denisoviani“.