Tecnologia e futuro: a Torino si testano automobili come in Matrix, virtuali ma “reali”

MeteoWeb

Una Matrix dove ‘materializzare’ e provare auto virtuali, create da un computer ma perfettamente realistiche: e’ un progetto che nasce per testare in modo piu’ rapido ed economico le automobili del futuro e che si prepara a essere realizzato in Italia, dove entro un anno si prevede l’entrata in funzione del primo ‘simulatore di automobili’. Lo ha reso noto il responsabile del progetto, Massimo Violante del Politecnico di Torino, presente alla NI Week, l’evento internazionale organizzato dalla National Instruments dal 2 al 4 agosto a Austin in Texas. Simulare al computer in maniera perfetta (o quasi) il comportamento di una macchina e’ qualcosa di estremamente complesso ma vincere questa sfida permetterebbe di avere un potentissimo strumento per lo sviluppo di nuove soluzioni per migliorare le attuali automobili. “Nel ‘mondo reale’ – ha spiegato Violante – modificare e poi testare anche solo il comportamento di un pistone (ad esempio il modo con cui si va a iniettare la benzina) e’ qualcosa di molto complicato, a volte anche impossibile nella pratica, e richiede tanto tempo per valutarne gli effetti. Fare lo stesso con un simulatore richiederebbe invece pochi secondi“.

Non molto diversamente da quello che succedeva in Matrix, all’interno dei simulatori di nuova generazione si potra’ un giorno ‘creare’ automobili virtuali dove testare nuove soluzioni e vedere che effetti possono produrre senza pero’ dover fare costosi test su strada. Uno dei primi sorgerà a Torino, grazie anche al contributo economico di National Instruments, dove entro un anno si arriverà al creazione di un simulatore capace di ricreare in modo virtuale tutte le caratteristiche dei motori. “Obiettivo finale sara’ in futuro quello di arrivare a un simulatore dinamico completo – ha aggiunto Violante – e rappresentare in modo fedele tutti i fenomeni che si verificano su autovettura. Ad esempio tutte le differenze che possono esserci a seconda del tipo di manto stradale oppure alle differenti condizioni meteo“.