Temperature sotto le medie del periodo da 20 giorni: è stato l’epilogo estivo più precoce degli ultimi anni [DATI NOAA]

MeteoWeb

Si sta concludendo sull’Italia una delle estati più bizzarre degli ultimi anni, certamente tra le più gradevoli per coloro che non sopportano il caldo. Le temperature medie sono state sensibilmente superiori alle medie del periodo soltanto nel mese di Luglio, ma senza picchi esagerati, con un andamento costante di poco superiore alla normalità stagionale. Invece tante ondate di maltempo hanno interrotto i periodi anticiclonici, provocando anche forti sbalzi termici e sensibili refrigeri. In modo particolare Agosto è stato un mese molto fresco in tutt’Italia, soprattutto al Centro/Sud, tanto che potrebbe concludersi (per la prima volta dopo moltissimo tempo) con scarti negativi rispetto alla media storica. Ha fatto caldo soltanto nei primi giorni del mese, poi la situazione è cambiata e di fatto l’estate è entrata definitivamente in crisi nella settimana antecedente al Ferragosto. Osserviamo insieme la situazione in base alle mappe ufficiali del NOAA con le anomalie termiche dell’Europa rispetto alle medie.

anomalie-termiche-7-13-agostoLe anomalie termiche della settimana tra 7 e 13 Agosto

Tra 7 e 13 Agosto abbiamo avuto intense ed estese anomalie termiche negative su tutt’Europa. E l’Italia è stato uno dei Paesi più colpiti dal freddo anomalo: in tutto il territorio nazionale le temperature sono state inferiori rispetto alle medie del periodo, con scarti fino a -5°C dalla media lungo l’Appennino e al Centro/Nord. E’ stata la brusca rottura stagionale che ha avviato l’estate ai titoli di coda, come già annunciavamo in quei giorni mentre altri continuavano a strombazzare di caldo e fantomatiche “ondate di calore”. Che non ci sono mai state.

anomalie-14-20-agosto-2016-europaLe anomalie termiche della settimana tra 14 e 20 Agosto

Infatti la settimana successiva, tra 14 e 20 Agosto, è stata ancora una volta caratterizzata da temperature inferiori alle medie del periodo su gran parte d’Italia, in tutto il Centro/Sud, con scarti tra -1 e -3°C sotto le medie soprattutto tra Puglia, Basilicata, Campania e Sicilia. Ma anche in Toscana abbiamo avuto temperature inferiori alle medie. Altrove, invece, valori in linea con le medie stagionali, mentre soltanto nelle zone di confine dell’arco alpino le anomalie sono risultate timidamente positive, di +1°C sopra la norma.

anomalie 21 27 agosto europaLe anomalie termiche della settimana tra 21 e 27 Agosto

Nell’ultima settimana appena conclusa, dal 21 al 27 Agosto, quella che doveva essere dominata dal “grande caldo” a causa del “poderoso ritorno dell’anticiclone”, in Italia non ha fatto per nulla caldo. Proprio come ampiamente previsto su MeteoWeb, l’ondata di calore c’è stata ed è stata intensa ma in Europa, non in Italia. Tra Francia, Belgio e Germania abbiamo avuto anomalie positive fino a +7°C rispetto alla norma, e ha fatto caldo su gran parte del continente, ma non in Italia e sui Balcani dove invece le temperature sono rimaste in linea con le medie del periodo o addirittura più basse. In Sicilia si registra un -1°C rispetto alla norma, anche in Umbria abbiamo un -1°C rispetto alla norma, altrove siamo in linea con una timida anomalia positiva anche in questo caso esclusivamente sull’arco Alpino, fino a +3°C al confine tra Svizzera e Valle d’Aosta. Il grande caldo ha soltanto lambito l’Italia che è rimasta ai margini dell’anticiclone e ha avuto forte maltempo al Sud, con piogge a tratti intense soprattutto in Calabria e Sicilia. E adesso si prospetta un’altra settimana fresca e instabile, ma stavolta tra fine Agosto e inizio Settembre.

L’estate è definitivamente alle spalle: si conclude una delle stagioni la cui fine è arrivata in modo eccezionalmente precoce rispetto agli ultimi anni e alla normalità storica. Dopo la rottura pre-ferragostana, l’estate nel Mediterraneo infatti non s’è più ripresa. E anche se come sempre, anche a settembre avremo qualche colpo di coda con brevi vampate di calore e giornate di bel tempo, il contesto climatico è ormai avviato a stabilizzarsi su standard tipicamente autunnali.