Terremoto Centro Italia, INGV: liberata un’energia pari a 20mila bombe di Hiroshima [VIDEO]

MeteoWeb

Il terremoto del 24 agosto di magnitudo 6 ha liberato un’energia totale enorme paragonabile a 20 mila bombe atomiche. Ad affermarlo all’Adnkronos è Antonio Piersanti, sismologo dell’Ingv che intende fare chiarezza sull’intensità del sisma, paragonato da alcuni alla bomba di Hiroshima. ”Innanzitutto bisogna considerare che l’esplosione in questione fu pari a 15 Kilotoni, ovvero 15 mila tonnellate di tritolo ma la questione piu’ importante riguarda la valutazione dell’energia liberata da una scossa di terremoto che, nel caso di Amatrice, si può valutare sia di 300 megatoni (300 milioni di tonnellate di tritolo)”. ”Alcune stime che si trovano in Rete tengono conto solo dell’energia irradiata sotto forma di onde elastiche che rappresenta una piccola frazione dell’energia totale liberata dal terremoto che e’ composta dalle onde elastiche, dall’energia dissipata sotto forma di calore (energia termica) e dall’energia meccanica necessaria per il processo di fratturazione e deformazione permanente”. ”Quando si parla di energia liberata da un’esplosione nucleare, si parla sempre dell’energia totale emessa dall’esplosione che e’ composta da energia meccanica, energia termica ed energia emessa sotto forma di onde elettromagnetiche. Appare quindi logico, se si vuole comparare i due fenomeni, considerarli omogeneamente e cioe’, se di uno si considera l’energia totale, si deve considerare l’energia totale anche dell’altro. I due numeri da comparare sono quindi 15.000 (quindicimila) e 300.000.000 (trecentomilioni), Il cui rapporto e’ appunto ventimila”.