Terremoto, Enpa: più di 400 animali assistiti nelle zone colpite dal sisma

MeteoWeb

Più di 400 animali soccorsi da Enpa nelle zone colpite dal terremoto. Un’attività che ha impegnato 34 persone, tra veterinari, volontari e guardie zoofile, che si sono alternati sul territorio e che hanno distribuito, nelle tendopoli, negli allevamenti e nei punti di alimentazione mobile per gli animali vaganti, 10 tonnellate di pet food e farmaci veterinari. E’ quanto comunica Enpa in una nota. “In questi giorni è stato possibile restituire ai proprietari già molti animali, tra cui numerosi gatti recuperati con gabbie trappole posizionate anche in zona rossa“, fanno sapere dalla Protezione Animali. Ieri, si legge nella nota, nella zona rossa di Amatrice “i Vigili del Fuoco hanno trovato e affidato ai volontari dell’Enpa anche la cagnetta Lola, le cui ricerche proseguivano ormai da diversi giorni, da quando cioè la sua scomparsa era stata segnalata al numero di emergenza attivato dalla Protezione Animali per l’emergenza sisma (342.9565574). Nonostante vagasse da più di una settimana, Lola è stata trovata in buone condizioni di salute: dopo il check veterinario di rito, da parte dei veterinari dell’associazione, la cagnetta è stata finalmente restituita al suo proprietario“. L’intervento di Enpa nelle zone colpite dal sisma prosegue anche nei giorni a venire. Per segnalazioni ed emergenze relative al sisma in Centro Italia è possibile contattare: TERREMOTO@enpa.org e 342.9565574.