Terremoto, Renzi: “L’Italia piange i propri connazionali e mostra al mondo intero le lacrime”

  • LaPresse/Stefano Costantino
    LaPresse/Stefano Costantino
  • LaPresse/Stefano Costantino
    LaPresse/Stefano Costantino
  • LaPresse/Stefano Costantino
    LaPresse/Stefano Costantino
  • LaPresse/Stefano Costantino
    LaPresse/Stefano Costantino
  • LaPresse/Stefano Costantino
    LaPresse/Stefano Costantino
  • LaPresse/Stefano Costantino
    LaPresse/Stefano Costantino
  • LaPresse/Stefano Costantino
    LaPresse/Stefano Costantino
/
MeteoWeb

“Nel tardo pomeriggio visiterò personalmente la zona” colpita dal terremoto: così il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

“Nei momenti difficili l’Italia sa come fare”. “Questo è il tempo della commozione ma anche dell’azione. Voglio dire una cosa con il cuore in mano agli italiani: nei momenti di difficoltà l’Italia sa cosa deve fare, nei momenti in cui le cose non vanno, l’Italia tutta intera sa mostrare il suo lato più bello. Prendiamo l’impegno, qui, oggi, che nessuno resterà solo, nessuna famiglia, nessun comune, nessuna frazione. Mettiamoci al lavoro, perché nelle prossime ore si possano continuare a strappare vite dalle macerie e restituire una speranza ai territori così duramente provati”. “Vorrei che il primo pensiero andasse alle famiglie delle vittime e a chi sta vivendo momenti terribili nella speranza di riabbracciare i propri cari”.

“L’Italia piange i propri connazionali e mostra al mondo intero le lacrime ma anche il cuore grande dei volontari, della protezione civile e delle istituzioni”.