Terremoto: si cercano gli ultimi dispersi nel giorno del lutto

MeteoWeb

E’ un dramma senza fine quello che ha sconvolto il Centro Italia con il terremoto del 24 agosto. Sei giorni dopo il sisma che ha portato via almeno 292 vite umane tra Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto il bilancio delle vittime, terribile, rimane congelato ai numeri di ieri. Tanti sono, infatti, i corpi recuperati ma a questi se ne aggiunge uno che sarebbe stato individuato ma che non è ancora stato possibile recuperare. Nel giorno dei funerali solenni proprio ad Amatrice c’è ancora apprensione per i dispersi, che secondo le Protezione civile sono una decina. Si continua a scavare senza sosta, in particolare sotto le macerie dell’hotel Roma di Amatrice, il luogo più colpito dal terremoto. Se le più alte cariche dello Stato, compresi il premier Matteo Renzi e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella hanno presenziato alla toccante cerimonia funebre dopo le polemiche, dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi è arrivato un messaggio di speranza: “Ho messo a disposizione l’area di Villa S. Cipriano per la nuova scuola che accoglierà 230/240 studenti. L’anno scorso erano di più, ma molti sono morti sotto le macerie“. Proprio la Procura di Rieti, che sta indagando sui crolli post terremoto, ha dato mandato di procedere ai sequestri degli edifici nei luoghi colpiti dal terremoto. Tra i palazzi cui sono stati posti i sigilli anche la scuola e l’ospedale di Amatrice.

GARA DI SOLIDARIETA’. Intanto continua la gara di solidarietà per le famiglie colpite dal sisma. Con un decreto del Rettore dell’Universita’ di Perugia Franco Moriconi è stato disposto l’esonero totale dal pagamento delle tasse e dei contributi universitari per l’anno accademico 2016/2017 per gli studenti iscritti/immatricolati all’Università degli Studi di Perugia residenti nei comuni terremotati, iniziativa che ha intrapreso anche l’Università di Tor Vergata di Roma. Ma non solo. Bankitalia ha deliberato una donazione di “un milione di euro a favore della Protezione Civile e ha messo a disposizione stabili nelle città di Rieti, Terni e Ascoli Piceno“. Positiva anche l’idea della Regione Lazio, che ha deciso lo stop per i ticket sanitari per i cittadini di Amatrice e Accumoli. Dieci interventi che prevedono al primo punto “l’esenzione per tutti i cittadini residenti ad Amatrice ed Accumoli della compartecipazione alla spesa sanitaria (ticket) per: prestazioni ambulatoriali erogate da strutture pubbliche e private accreditate del Lazio; farmaci; prodotti di assistenza farmaceutica integrativa e protesica; latti artificiali per la prima infanzia“, si legge in un decreto emenato da Nicola Zingaretti.

Intanto qualcuno pensa già al post, come il critico d’arte Vittorio Sgarbi, che a Milano si è esposto in maniera netta sul tema: “Oggi non sento altro in televisione che parlare di case di legno, provvisorie e di com’erano e dov’erano. Sono mie parole che voglio rivendicare come idea di rimettere in piedi, come vuole il sindaco di Amatrice, e non di fare delle case in trasferimento come capitò con il terremoto del Belice, quando i paesi vennero ricostruiti altrove”. L’idea è quella di piccoli chalet in legno modello Onna, paese dell’Aquila cancellato dal sisma del 2009, dove però le strutture vennero finanziate dalla Germania di Angela Merkel. Si tratta di costruzioni dai 40 ai 70 metri quadri a famiglia interamente realizzate in legno e più economiche dei container. Al momento però la situazione rimane difficile per gli sfollati, che da ieri hanno dovuto anche fronteggiare temporali e calo delle temperature. In totale le persone assistite sono 3554, ospitate in campi e strutture. Le sequenza sismica, però, sembra non fermarsi.

Dopo il terremoto di magnitudo 6.0 avvenuto alle ore 3:36 del 24 agosto, la Rete Sismica Nazionale dell’Ingv, infatti, ha localizzato complessivamente 2729 eventi: 130 i terremoti di magnitudo compresa tra 3.0 e 4.0, 12 quelli localizzati di magnitudo compresa tra 4.0 e 5.0 ed uno di magnitudo maggiore di 5.0 (quello di magnitudo 5.4 (Mw 5.3) avvenuto il 24 agosto con alle ore 04:33 italiane nella zona di Norcia (PG).