Zika, Obama al Congresso: ritardo nei fondi, aumentano i rischi

MeteoWeb

I repubblicani dovrebbero considerare Zika come la minaccia che è e metterla in cima al calendario quando rientreranno a Washington“. Barack Obama ha esortato la maggioranza repubblicana al Congresso ad approvare i fondi necessari alla lotta al virus Zika subito dopo la fine della pausa estiva dei lavori. “Ogni giorno che i leader repubblicani del Congresso aspettano per fare il loro lavoro, è un giorno in più che i nostri esperti devono aspettare per avere le risorse di cui hanno bisogno, questo ha conseguenze sulla vita reale“, ha aggiunto il presidente americano. “Vengono indeboliti gli sforzi per controllare le zanzare, rendono più lunghe le attese per i risultati diagnostici, ritarda i vaccini, espone più americani ai rischi“, ha detto ancora Obama. Il dipartimento della Sanità ha finora stanziato 81 milioni, stornati da altri progetti, all’emergenza Zika, ma Obama ha ribadito che la sua amministrazione non può continuare questa lotta senza lo stanziamento di nuovi fondi da parte del Congresso. “Siamo costretti ad usare risorse necessarie per continuare a combattere Ebola, il cancro ed altre malattie – ha concluso il presidente – siamo ricorsi a questo perché abbiamo una responsabilità verso gli americani, ma non è una soluzione sostenibile. E il Congresso è in una vacanza di sette settimane senza aver fatto nulla per proteggere gli americani dal virus Zika“.