Alla scoperta delle proprietà benefiche del Mandarino Satsuma Miyagawa

MeteoWeb

Il Citrus unshiu, meglio conosciuto come mandarino Satsuma Miyagawa, è un frutto dalle origini cinesi molto apprezzato in cucina per essere impiegato nella preparazione di dolci, mostarde e marmellate.

Pur essendo un frutto tipico della tradizione gastronomica del Paese del Sol Levante, il mandarino Satsuma Miyagawa è ampiamente coltivato anche in Italia, negli agrumeti della Sicilia, Basilicata e Calabria.

La raccolta di questo agrume inizia a metà settembre e termina a fine ottobre. La particolarità di questo frutto risiede nel colore giallo verdastro e nel sapore acidulo che ben si equilibra con la freschezza che si sprigiona già dal primo morso.

Ricchissimo di vitamina C, il mandarino Satsuma Miyagawa è un perfetto antiossidante naturale per l’organismo umano ma non solo; potassio, calcio e fosforo sono alcune delle innumerevoli proprietà benefiche che compongono questo prelibato frutto che aiuta anche a conciliare meglio il sonno, in quanto distende perfettamente il sistema nervoso.

Unica regola d’oro da seguire è prestare attenzione alla sua buccia, che deve essere priva di ammaccature al suo esterno, inoltre è consigliabile acquistarlo nei mesi indicati (da metà settembre fino a fine ottobre) e consumarlo in un lasso di tempo che non superi i 10 giorni, altrimenti il sapore verrà irrimediabilmente alterato; meglio se conservato in frigorifero.