AnyPark: il Nuovo Social Network per condividere il parcheggio

MeteoWeb

Un anno fa (giugno 2015) ero al telefono con mio padre, il quale (lavorando a Roma) si lamentava dopo una giornata di lavoro riguardo a quanto fosse difficile trovare un parcheggio e nello specifico a quante risorse sprecasse nel suo piccolo ogni anno SOLO per trovare parcheggio, non solo in termini di tempo ma anche di spesa per il carburante e relative emissioni di CO2”: a parlare è Mario Cola, un giovane studente dell’Università di Bologna.

Da quella telefonata nasce un’idea: oggi giorno esiste un’applicazione per ogni esigenza e il formato social è sempre un successo tra gli utenti perché è ormai lo strumento di comunicazione per eccellenza, tuttavia, per quanto su queste piattaforme si possano condividere pensieri e contenuti multimediali di ogni tipo, non esiste ancora un social network per condividere qualcosa di insolito ma utile come un parcheggio.

Quando dopo decine di minuti di ricerca, riusciamo a parcheggiare, abbiamo già un’idea di quando ce ne andremo, quindi ho pensato: perché non condividere questa informazione?

Così ho iniziato a lavorare a una piattaforma social dove poter condividere una cosa insolita (ma utile) come un parcheggio, nel completo rispetto della privacy e senza alcun costo o pubblicità: un vero e proprio social network dove gli utenti si aiutano a vicenda risparmiando tempo e risorse.”

Come funziona?

logo_anyparkAll’apertura dell’applicazione l’utente viene subito geolocalizzato e in pochi click può condividere il proprio parcheggio con la community: gli altri utenti visualizzano un segnalino sulla mappa con l’orario in cui l’utente intende concludere la sosta e liberare il posto.

Alla registrazione gli utenti dovranno aggiungere i dati della propria auto per poter usare la piattaforma a pieno e per facilitare inoltre il riconoscimento tra di loro utilizzando informazioni di dominio pubblico come il modello, il colore e la targa dell’auto (dunque nel completo rispetto della privacy).

AnyPark non consente solo di risparmiare tempo e carburante: ogni volta che gli utenti sono attivi nella community e aiutano qualcuno a trovare parcheggio vengono premiati con dei crediti virtuali che potranno spendere in coupon validi presso le attività convenzionate: “Abbiamo collegato già diverse attività e ne stiamo collegando molte altre, elettrauto, officine, gommisti e servizi collegati all’auto che riservano condizioni speciali ai nostri utenti in possesso dei coupon AnyPark (riscattati tramite i crediti guadagnati utilizzando l’applicazione).

E’ infatti possibile acquisire in poco tempo un coupon valido per uno sconto del 15% sui ricambi del tagliando auto, un 10% sulla riparazione, e molti altri vantaggi semplicemente condividendo spesso il nostro parcheggio su AnyPark. È inoltre possibile guadagnare crediti extra invitando amici sulla piattaforma!

E, non da meno, è in programma l’integrazione del pagamento della sosta tramite il collegamento della piattaforma SostaFacile (presente in moltissime città italiane), alla quale si aggiungeranno molte altre realtà analoghe: l’utente potrà pagare il parcometro direttamente dallo smartphone, senza commissioni e tramite il proprio servizio smart preferito (per ora solo appunto sosta facile) condividendo il parcheggio su AnyPark.

Oltre a ciò, gli utenti SostaFacile potranno usufruire in diverse città italiane di uno sconto del 5% per ogni sosta condivisa su AnyPark.

L’applicazione AnyPark è disponibile gratuitamente sul Play store di Google, “contiamo di pubblicarla anche su piattaforma iOS il prima possibile.”

Come abbiamo fatto a costruire Anypark senza crowfunding e senza finanziamenti? Trasformare un’idea in realtà è spesso difficile senza una base economica: i costi della struttura societaria e soprattutto dello sviluppo sono onerosi.

Per prima cosa mi serviva un Team: ho subito partecipato a uno degli eventi startup organizzati dall’Università di Bologna dove si interessò al progetto Alessandro Antezza, un giovane imprenditore con esperienza in fatto di marketing e gestione aziendale.

Decisi di condividere con lui il progetto perché era giovane e ambizioso come me, ma anche competente e pragmatico: passammo subito ai fatti e iniziammo a lavorare all’idea e al modello di business fino alla fondazione della società il 6 Giugno di questo anno.

Mancava ancora qualcuno che si occupasse dello sviluppo dell’applicazione e non avendo competenze informatiche decisi d’istinto di recarmi alla sede di informatica dell’università di Bologna e fermare tutti i ragazzi che uscivano dalle aule presentandomi e proponendo il progetto; dopo numerose porte chiuse riuscii a convincere Leonardo Zanarella, classe 1996, diventato poi socio e responsabile software di AnyPark.

Tuttavia quando si inizia un progetto simile non si è mai abbastanza, ed è per questo che il team AnyPark si è allargato nel tempo coinvolgendo sempre persone giovanissime e promettenti a cui nessuno dava fiducia: dal 1995 al 2001 i membri della nostra squadra sono fin’ora riusciti a collaborare online e a creare una piattaforma più che completa e funzionale, il tutto conoscendoci su social e community online in ambito tecnologico.

Quando devo dare una risposta sul come abbiamo fatto senza richiedere finanziamenti e senza crowdfounding rispondo sempre che la risorsa più preziosa è proprio il team: competenza, ambizione e una visione comune ci hanno permesso di arrivare dove siamo e spero ci porteranno ancora lontano.