Artrosi: sintomi, cause e fattori di rischio, diagnosi, cura e prevenzione

MeteoWeb

L’artrosi è una malattia articolare degenerativa, cronica e progressiva. Si tratta della malattia reumatica più diffusa e colpisce entrambi i sessi. In Italia ne soffrono oltre 4 milioni di persone.

SINTOMI: Essa si manifesta con dolore, rigidità e progressiva limitazione funzionale. Il dolore artrosico, intimamente legato al movimento, è più vivo al mattino, in concomitanza coi primi movimenti e alla sera, dopo una giornata di lavoro, ripresentandosi in occasione di ogni ripresa dell’attività articolare dopo un breve periodo di riposo. Solo in rari casi si associa a segni di infiammazione locale come rossore, gonfiore e calore articolare. La limitazione funzionale è lenta e progressiva. Alcuni movimenti tendono ad essere difficoltosi, si associano a rumori di scroscio e crepitii dovuti alle irregolarità articolari e possono dare origine a pseudo-blocchi e a veri e propri blocchi articolari.

ARTROSI 2CAUSE E FATTORI DI RISCHIO: Tra le cause principali: traumi,infiammazione, artrite, perdita dell’elasticità, osteoporosi. Fra i fattori che incidono nella comparsa dell’artrosi troviamo: obesità, tipologia di lavoro svolto, diabete, gotta, umidità, stress prolungato, lussazioni, fratture, contusioni, ereditarietà (l’emocromatosi, la sindrome di Ehlers-Danlos e la sindrome di Marfan), sedentarietà. La malattia colpisce prevalentemente le persone anziane e ad esser più colpito è il genere femminile.

DIAGNOSI: La diagnosi di artrosi si basa sui sintomi e sull’esame radiologico (raggi X) che può mettere in evidenza le deformazioni dell’articolazione, gli osteofiti ed eventuali cisti ossee (geodi). CURA: L’obiettivo principale della terapia è contrastare il dolore. Oltre a misure non farmacologiche (riduzione del peso, esercizio fisico, uso di supporti meccanici), il trattamento comprende: paracetamolo, FANS e, se necessario, analgesici maggiori. Possono essere utilizzate anche le infiltrazioni locali  di corticosteroidi  o di acido ialuronico o i cosiddetti farmaci condroprotettori. Nei casi in cui gli altri trattamenti non siano in grado di controllare il dolore, si ricorre all‘intervento chirurgico (artroprotesi). Tra le cure alternative si può ricorrere a fitoterapici ad azione antinfiammatoria e a rinforzo del sistema immunitario. Segnalati anche rimedi omeopatici, agopuntura e aromaterapia.

ARTROSI 4PREVENZIONE: Come prevenire l’artrosi? Il movimento è fondamentale a qualsiasi età per mantenere le articolazioni stabili ed elastiche, rafforzare la muscolatura e proteggere la cartilagine articolare. Occorre svolgere un’adeguata attività fisica (es. nuoto, ginnastica a corpo libero, bici), evitare gli sbalzi di temperatura, i traumi, evitando, in caso di dolore articolare acuto, di utilizzare farmaci di automedicazione. Solo dopo una diagnosi corretta, il medico indicherà il rimedio migliore. Occorre, inoltre, prestare attenzione alla postura in auto, ufficio e in casa, mantenere il peso forma, adottare un’alimentazione sana, ricca di frutta e verdura.