Corea del Nord, l’Onu valuterà “nuove significative misure”. Il governo italiano: “non è problema lontano dalla nostra realtà”

MeteoWeb

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite – riunitosi d’urgenza per affrontare il caso della Corea del Nord – ha condannato con forza l’ultimo test nucleare del regime di Pyongyang e ha deciso che iniziera’ a discutere “nuove significative misure” contro Pyongyang. La Corea del Nord dovrebbe iniziare il processo di denuclearizzazione invece di condurre ulteriori test nucleari. Lo ha ribadito il Segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon durante una conferenza stampa. “Ribadisco l’invito degli Stati della comunita’ internazionale alla leadership della Corea del Nord di invertire il suo corso e impegnarsi sulla via della denuclearizzazione”, ha dichiarato Ban condannando il test come una pericolosa escalation. Il test nucleare e’ il quinto e il piu’ grande da quando Pyongyang ha iniziato il proprio programma balistico

“Non possiamo accettare l’idea che in un mondo cosi’ complicato, e attraversato da tensioni, ci sia qualcuno che concretamente minacci l’uso delle armi nucleari, tra l’altro in un’area del mondo cosi’ delicata”. Cosi’ il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, sul test nucleare compiuto oggi da Pyongyang. “Sembra sempre un problema lontano rispetto alla nostra realta'”, aggiunge Gentiloni a margine di un incontro alla Festa dell’Unita’ di Torino. “Credo invece che come europei dovremmo farci sentire con i nostri alleati e, in generale, con i Paesi asiatici che sentono questa minaccia molto da vicino. E credo anche che dovremmo essere molto chiari nei meccanismi di sanzioni previsti dalle Nazioni Unite”. “Quindi sembra qualcosa di molto lontano da noi – ribadisce il ministro Gentiloni -, ma dovremo abituarci a lavorare con il Giappone, la Corea del Sud e la Cina per contenere la stessa minaccia”.