Groenlandia: la doppia vita dei primi “conquistatori” della terraferma

MeteoWeb

Uno studio guidato da ricercatori dell’universita’ di Uppsala effettuata grazie agli strumenti del Centro europeo per la luce di sincrotrone a Grenoble ha gettato nuova luce sulla vita dei primi animali che tentarono la conquista della terraferma, i tetrapodi, antenati di rettili, uccelli e mammiferi. I nuovi dati pubblicati su Nature, si sono incentrati su alcuni interessanti fossili, scoperti in Groenlandia a partire dal 1933.

Le analisi ai raggi X dei fossili di alcuni dei primissimi pesci che hanno sviluppato 4 zampe, vissuti 360 milioni di anni fa, hanno rivelato che i primi esemplari avevano vissuto l’infanzia in acqua, e l’età adulta sulla terra. I ricercatori hanno scoperto che tutti gli individui erano dei piccoli, non ancora arrivati alla maturita’ sessuale e con ossa non ancora del tutto sviluppate. La scoperta ha inoltre aperto la questione del luogo in cui vivevano gli esemplari adulti: si ipotizza al momento che abbandonassero l’acqua almeno per alcuni periodi di tempo.