Dopo l’incidente Tesla migliora il sistema di auto-pilota

MeteoWeb

Tesla migliora il suo sistema di auto-pilota, in seguito all’incidente mortale avvenuto in Florida lo scorso maggio. Nelle prossime settime e’ previsto un aggiornamento del software: tra le novita’ il potenziamento del sistema radar e avvertimenti durante la guida automatica che costringeranno il guidatore a rimettere le mani sul volante. Se non lo fa, l’auto-pilota viene temporaneamente disattivato. I dettagli sono stati resi noti dal Ceo Elon Musk, il Tesla 8.0 e’ il piu’ grande aggiornamento software mai rilasciato dalla compagnia di automobili elettriche statunitense e sara’ attivo sulle Model S e X consegnate da ottobre 2014.

Il radar verra’ usato come sensore principale e il sistema non avra’ difficolta’ in condizioni climatiche difficili come nebbia, forti piogge, neve e strade polverose. Secondo Elon Musk, Tesla e’ la prima societa’ a utilizzare un sistema cosi’ raffinato per le funzionalita’ di assistenza alla guida. “Ora una Tesla – ha spiegato – sarebbe persino in grado di riconoscere e schivare un Ufo in una giornata di fitta nebbia, con visibilita’ prossimo allo zero“. Nell’incidente di maggio scorso ha perso la vita il 40enne Joshua Brown: dopo aver innestato l’autopilot della sua Model S stava guardando un film di Harry Potter e ha perso il controllo dell’auto. La National Highway Traffic Safety Administration sta ancora indagando sull’incidente.