Maltempo, ANBI: danni al territorio e all’agricoltura in Capitanata

MeteoWeb

Un urgente sopralluogo per individuare le misure necessarie al ripristino delle condizioni d sicurezza idrogeologica, dopo i violenti eventi meteo registrati dal 9 all’ 11 Settembre scorsi,  è stato richiesto dal Consorzio di bonifica della Capitanata alle Autorità competenti. In un telegramma, l’ente consortile segnala che, a seguito delle ricognizioni effettuate,  risultano danneggiate opere idrauliche nei comuni di San Ferdinando di Puglia, San Paolo Civitate, San Severo, Apricena, Rignano Garganico. In particolare si segnalano danni, a seguito di esondazioni, sui torrenti Ferrante, Candelaro, Radicosa e suoi affluenti, nonché su molti canali in sinistra Ofanto; pesanti le conseguenze anche per il mondo agricolo. 

Attenzione al territorio con un’efficace difesa idrogeologica e completamento degli schemi idrici sono  i due obbiettivi indicati dal Consorzio di bonifica della Capitanata all’on. Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura della Camera, in visita nella sede dell’ente consortile. E’ stato ribadito come sia necessario che vengano finanziati i relativi progetti prima di dover affrontare nuove situazioni di emergenza: tra loro, la  realizzazione dell’invaso  di Piano dei Limiti resta  tra gli interventi prioritari per laminare le piene a  valle della diga di Occhito e come preziosa riserva idrica.

Nel sottolineare l’urgenza di provvedere alla manutenzione straordinaria delle infrastrutture, i vertici dell’ente consorziale hanno ricordato che  solo uno dei 10 progetti compresi nella riprogrammazione degli interventi nel settore irriguo, finanziati con delibere del  C.I.P.E. (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ed inseriti nel “Piano Irriguo Nazionale- Regioni Sud Italia”, ha ricevuto il decreto di concessione:  il  dragaggio dell’imbocco dello scarico di fondo della diga di Occhito, mentre per gli altri 9, nonostante i solleciti, non sono stati emessi i relativi decreti.

Colomba Mongiello, riconoscendo l’importante ruolo dei Consorzi di bonifica, al termine dell’incontro si è impegnata a cercare di sbloccare l’emissione dei decreti di concessione e di cercare nuove risorse da destinare alla realizzazione delle infrastrutture.

L’on. Mongiello – commenta il Presidente ANBI, Francesco Vincenzi – è un’autorevole esponente del Partito Democratico, di cui è stata anche al vertice nazionale del Forum Agricoltura. Siamo sicuri del suo impegno, importante tassello di quel difficile mosaico, che si chiama difesa idrogeologica. La aspettiamo il 22 Settembre prossimo, a Roma, per la presentazione del nostro report annuale: Manutenzione Italia – Azioni per l’Italia sicura.