Missione Rosetta: il software del trapano su Philae compresso in appena 45 kb

MeteoWeb

Appena 45 kb (kilobyte) per comandare il trapano, uno dei piu’ sofisticati strumenti sul lander di Rosetta: uno strumento costruito in Italia che aveva il compito di bucare la superficie della cometa e analizzarne la composizione. “Per progettare una missione spaziale tutto deve essere ridotto all’essenziale. L’intero trapano e il ‘carosello’ ideato per raccogliere e far analizzare i campioni funzionava con appena 7 watt, meno delle lampadine che abbiamo a casa, e il software era di appena 45k, nulla se confrontata con le app che usiamo tutti giorni,” spiega Patrizia Bologna, responsabile per Leonardo-Finmeccanica del software della trivella a bordo di Philae. Costruito negli stabilimenti di Leonardo, grazie al contributo scientifico del Politecnico di Milano, il trapano avrebbe lavorato perfettamente ma purtroppo il lander si è fermato in una posizione tale da non riuscire a perforare il terreno. “Un vero peccato ma l’intera missione e’ stata comunque un successo e abbiamo vinto tutte le sfide industriali che erano da superare, su tutte la necessita di dover riconfigurare completamente la missione progettata inizialmente per raggiungere un’altra cometa“.