Quinto test nucleare per la Corea del Nord: condanna da Obama e Cina

MeteoWeb

La Corea del Nord ha compiuto il suo quinto test nucleare, nel giorno in cui il Paese celebra il 68esimo anniversario della sua fondazione. È quanto conferma la tv di Stato. L’esplosione atomica è stata portata a termine “con successo“, ha spiegato l’annunciatrice Ri Chun-hee, incaricata di diramare i principali annunci del regime, in un breve spazio informativo speciale mandato in onda dalla televisione Kctv intorno alle 13 ora locale (le 5.30 di stanotte in Italia). Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha proposto ad “alleati e soci” che il test nucleare di Pyongyang abbia “gravi conseguenze” e la Cina, tramite il suo ministero degli Esteri, ha espresso una “ferma opposizione” al quinto test. Secondo i calcoli dell’esercito della Corea del Sud, il test nucleare nordcoreano di oggi avrebbe liberato 10 chilometri di energia, il che lo renderebbe il più potente mai portato a termine finora da Pyongyang, e ha provocato un terremoto di magnitudo 5 sulla scala Richter nel nordest del Paese.

Il governo della Corea del Sud ha condannato l’azione, definendola una “provocazione intollerabile“. Dura condanna anche dal Giappone, che parla di “grave minaccia” per la sua sicurezza, e dalla Francia. Il test atomico ha avuto luogo nella base di Punggye-ri, nel nordest della Corea del Nord, lo stesso luogo in cui Pyongyang già fece saltare in aria esplosivi nucleari nel 2006, 2009 e 2013, nonché a gennaio di quest’anno, casi che portarono a forti sanzioni da parte del Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite. Pyongyang, tramite un comunicato diffuso dall’agenzia di stampa statale Kcna, ha riferito che il test di oggi ha incluso l’esplosione di una testata atomica che può essere montata sui missili, il che se fosse vero costituirebbe una svolta nelle capacità militari del Paese.

Il nuovo test atomico è una “misura di risposta agli Usa e ai nostri nemici che ci hanno sanzionati, negando il nostro status di orgogliosa potenza nucleare e criticando le nostri azioni basate sul diritto all’autodifesa“, ha affermato l’annunciatrice della tv di Stato. “Continueremo a rafforzare le nostra capacità di dare impulso alla nostra forza nucleare“, ha concluso. Nel precedente test nucleare, quello di gennaio, Pyongyang aveva assicurato di avere utilizzato una bomba a idrogeno, cosa che gli esperti avevano messo in dubbio, mentre per la detonazione di oggi la tv di Stato non ha fatto alcun cenno al tipo di esplosivo.