Ricerca: dal veleno di ragno irlandese un’arma contro batteri e tumori

MeteoWeb

Nel veleno del ragno irlandese si celerebbero preziose armi per combattere alcune malattie. Un ricercatore della National University of Ireland Galway (Nui) sostiene, dopo aver esaminato varie specie di ragno, di aver messo in luce potenzialità medicinali del veleno di almeno due specie di ragno. In particolare, secondo Michael Dugon, la tossina potrebbe essere usata per uccidere batteri come l’E. coli, o combattere i tumori. In Irlanda si trovano almeno 400 specie di tali esemplari. Nessuna è pericolosa per l’uomo, ma sono tutte velenose e questo veleno potrebbe avere delle insospettate utilità in medicina. “Almeno due delle specie irlandesi che abbiamo testato hanno proprietà medicinali“, spiega Dugon alla Bbc. Lo studioso ha esaminato il veleno isolandone i composti, a caccia del loro potenziale contro microrganismi patogeni e cellule tumorali. Ebbene, un ragno piuttosto comune, la falsa vedova nera, “si comporta con le cellule tumorali in modo differente rispetto a quello che fa con le cellule sane“. Mentre un ragno di grotta nel Connacht uccide batteri pericolosi per l’uomo senza creare problemi agli esseri umani, spiega lo studioso. Certo si tratta di una ricerca in fase iniziale, e occorrerà ancora molto tempo per arrivare a nuovi trattamenti, ammonisce Dugon. I ricercatori della Nui stanno anche esaminando i fluidi delle meduse, delle spugne e dell’octopus per capire se hanno delle potenzialità in medicina.