Scuola: secondo la scienza una dieta sana aiuta a rendere meglio nello studio

MeteoWeb

La scuola è appena ricominciata e il primo problema di genitori e alunni è: andrà bene quest’anno? Secondo uno studio finlandese una dieta sana aumenta le capacità di lettura dei bambini a partire dalla prima elementare. Pubblicato sull’European Journal of Nutrition, lo studio e’ parte del progetto di ricerca ”Physical Activity and Nutrition in Children Study” condotto all’Universita’ della Finlandia orientale e del ‘First Steps Study‘ condotto all’Universita’ di Jyvaeskylae.

Gli esperti hanno valutato la dieta di 161 bimbi di 6-8 anni per stabilire quanto fosse sana e poi hanno valutato le capacita’ di lettura dei piccini con dei test ad hoc. In questa maniera i ricercatori hanno visto che gia’ in prima elementare i bambini che seguivano una dieta sana (povera di zuccheri, povera di carne rossa e grassi saturi, ricca di cereali integrali, grassi insaturi, verdure e frutta, pesce) mostravano di essere piu’ bravi a leggere rispetto ai coetanei con alimentazioni ricche di zuccheri e grassi cattivi.

Inoltre gli scienziati hanno appurato come i bimbi che mangiavano in modo sano facevano piu’ progressi nelle abilita’ di lettura passando dalla prima alla seconda elementare e poi dalla seconda alla terza, rispetto ai coetanei con diete meno salutari. E una sana alimentazione influisce positivamente anche quando si considerano altri fattori che possono aumentare o meno il rendimento scolastico, come ad esempio lo stato socioeconomico della famiglia del bambino e la sua forma fisica.