Terremoto, per le case in legno serviranno 7 mesi: intanto gli sfollati andranno in albergo nella zona di San Benedetto del Tronto

MeteoWeb

La prima soluzione dell’emergenza terremoto e’ stata le tende“, “ma quella prossima, che si e’ condivisa, e’ rimanere nei territori e tra le soluzioni che consentiranno di rimanere e tornare nella propria terra sono le casette. Ma servono sette mesi per realizzarle“. Lo ha detto Fabrizio Curcio, capo della Protezione Civile, agli sfollati di Accumoli (Rieti) sottolineando pero’ la necessita’ “di gestire i sette mesi che servono“.

Vogliamo che le nostre comunita’ rimangano integre“, “abbiamo raggiunto un accordo con il sindaco di San Benedetto del Tronto per individuare alberghi e strutture confortevoli” dove ospitare gli sfollati di Accumoli per circa sette mesi. Lo ha detto alla popolazione di Accumoli il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio

E’ stato deciso un Contributo di autonoma sistemazione (Cas) per chi decidera’ di avere sistemazioni alternative. Sono 200 euro a persona, massimo 600 euro a nucleo famigliare al mese” ha aggiunto Curcio.

“Vi chiediamo di metterci alla prova. Diciamo che sarete nelle casette tra sette mesi, e cosi’ vogliamo che accada. Vi daremo le casette nella vostra terra“: lo ha detto il commissario per l’emergenza terremoto Vasco Errani alla popolazione di Accumoli riunita nella tendopoli per ricevere informazioni dalla Protezione Civile.