Spazio: il Vega si prepara ad affrontare la sua settima missione

MeteoWeb

Il Vega si prepara ad affrontare la sua settima missione, la prima dell’anno. Il 15 settembre il lanciatore europeo realizzato da Avio attraverso la controllata ELV (70% Avio, 30% Asi) e commercializzato da Arianespace, porterà in orbita 4 satelliti per Terra Bella di Google e il satellite peruviano per l’osservazione della Terra Peru-Sat-1. Un carico multiplo che è stato integrato al vettore – nel Centro spaziale europeo in Guyana francese – in un dispenser che consente il trasporto di più carichi, incapsulati in un guscio protettivo. Il Vega – programma dell’Esa finanziato da Italia, Francia, Spagna, Belgio, Paesi Bassi, Svizzera e Svezia – lanciato per la prima volta nel 2012 presso il Centro spaziale in Guyana francese, vanta ad oggi 6 missioni con il 100% di successo, dimostrando tutto il suo potenziale operativo e la sua polivalenza: missione in orbita bassa eliosincrona (Sentinel-2A), missione balistica (IXV), missione in orbita di trasferimento verso il Punto di Lagrange L1 (Lisa Pathfinder).

Proprio la missione Lisa Pathfinder, lo scorso novembre ha segnato per Vega la fine della fase di sviluppo (denominata “VERTA”, Vega Research and Technology Accompaniment) e l’inizio del suo impiego commerciale. Dedicato in particolare all’osservazione della Terra, Vega ha all’attivo un portafoglio ordini di 10 lanci, un terzo dei quali sarà effettuato per conto delle istituzioni europee e due terzi per clienti esteri. Quest’anno, oltre alla missione in programma la prossima settimana, è previsto il lancio di Göktürk per la Turchia.