Speleologi: tra grotte ed esplorazioni al via la Giornata Nazionale

MeteoWeb

Speleologi in campo per far conoscere le attività della loro categoria e per permettere a tutti di avvicinarsi al mondo delle grotte, delle esplorazioni e degli studi del vuoto sotterraneo. Questa la sintesi della Giornata nazionale della speleologia, in programma con decine di appuntamenti in varie località italiane, dalle Alpi alla Sicilia e alla Sardegna, sabato 1 e domenica 2 ottobre. L’evento, organizzato da Società speleologica italiana, Club alpino italiano e Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, con il supporto di Agti (Associazione grotte turistiche italiane), comprenderà accompagnamenti in grotta, escursioni in territori carsici, esposizioni di mostre, proiezioni di audiovisivi, dimostrazioni tecniche in parete e prove su corda per i neofiti. Spazio anche ad attività didattico-educative rivolte ai bambini, che potranno anche avventurarsi in speciali ‘fanta grotte‘.

Con queste due giornate i gruppi speleologici italiani intendono dunque divulgare correttamente quello che esiste ‘oltre la soglia del buio’. Lo slogan dell’evento è infatti ‘Venite a conoscere la nostra passione’. ”Attraverso questa manifestazione – afferma il presidente della Società speleologica italiana, Vincenzo Martimucci vogliamo dare maggiore visibilità alle esplorazioni e agli studi delle grotte, diffondere sensibilità e attenzione alla salvaguardia degli ipogei e promuovere la speleologia come disciplina di conoscenza e corretto strumento di viaggio nel mondo sotterraneo“.

La Giornata – commenta – potrà essere anche occasione per la proposta di precise azioni oppure potrà fungere da punto di partenza o di arrivo di attività complesse e protratte nel tempo”. Il presidente generale del Cai, Vincenzo Torti, ricorda come ”la speleologia sia fondamentale per la tutela degli ambienti carsici, spesso compromessi dall’incuria dell’uomo, che non ne conosce il fragile equilibrio”. “L’ambiente ipogeo costituisce una realtà la cui salvaguardia rappresenta una priorità per assicurare, attraverso la cura delle acque, la conservazione della vita non solo di molte specie animali, ma anche della nostra. La Giornata della speleologia costituisce, dunque, un richiamo all’attenzione per un’attività che associa avventura, conoscenza e tutela”, conclude.