Terremoto, a Norcia torna aria di serenità: messe all’aperto e negozi aperti, ma la protezione civile è ancora al lavoro

MeteoWeb

Le messe della domenica vengono celebrate all’aperto su altari improvvisati a Norcia, dato che quasi tutte le chiese del territorio sono inagibili a causa del terremoto. La popolazione ha trascorso una notte tranquilla e questa mattina negozi e ristoranti sono aperti mentre non si fermano nemmeno nel giorno festivo i sopralluoghi della protezione civile. Le funzioni religiose sono state celebrate nelle tendopoli di San Pellegrino e Savelli, nonche’ sulla pista di pattinaggio ai giardini pubblici di Norcia. Qui in settimana sara’ installato un grande tendone donato dalla Caritas di Mantova “che diventera’ la chiesa della citta‘”, ha detto all’ANSA l’assessore comunale alla comunicazione Giuseppina Perla. Nella notte registrate nuove scosse tutte comunque con magnitudo intorno a due (a eccezione di quella di 3.2 alle 23.20).

La popolazione ha cosi’ trascorso ore relativamente serene. “Stamattina – ha spiegato ancora l’assessore Perla – c’ e’ il sole e si respira un’aria di tranquillita’ ma basta una scossa per far tornare la paura. La nostra gente sta comunque rispondendo con una dignita’ incredibile, anche se tra di loro c’ e’ chi ha perso la casa e chi l’attivita’ lavorativa“. Non si ferma intanto il lavoro della protezione civile impegnata con 14 squadre per verificare la situazione negli edifici e nelle strutture pubbliche. Cominciati anche i sopralluoghi nelle case private.