Terremoto, crolla il turismo in provincia di Terni: un euro al giorno agli sfollati per ogni camera venduta

MeteoWeb

Sono diminuiti gli arrivi e le presenze nelle principali localita’ turistiche della provincia di Terni, a seguito del terremoto del 24 agosto scorso: a renderlo noto, sulla base di dati di strutture ricettive e societa’ di servizi, e’ il presidente del “Dit” (Distretto integrato turistico), Stefano Notari, che ha inviato una lettera alle istituzioni locali per sensibilizzare un loro intervento a sostegno degli operatori economici del territorio. Le cancellazioni e le mancate prenotazioni in alcune aree, come a Piediluco, arrivano anche al 50%, anche se il fenomeno – come sottolinea Elisabetta Ruozi Berretta, del cda Dit e imprenditrice del settore – e’ variegato in base a zone e attivita’ e, secondo le previsioni, incidera’ soprattutto nel periodo di settembre. “Teniamo a sottolineare che nel Ternano non ci sono stati danni e che tutti i siti turistici sono sicuri e sotto controllo, non essendo stati danneggiati in nessun modo dal Sisma” spiega Notari. Sono intanto in corso di realizzazione un sistema di booking on-line, attraverso il quale il turista potra’ prenotare non solo il soggiorno, ma anche una serie di servizi aggiuntivi, e un video promozionale del territorio.

Verranno poi attivate campagne promozionali. Infine le strutture aderenti al consorzio hanno deciso di donare un euro al giorno per ogni camera venduta, per la durata di 15 giorni a partire da oggi, a favore delle popolazioni terremotate. Le verifiche svolte dagli uffici tecnici dei Comuni del territorio provinciale e dalla Provincia, sulle strutture pubbliche e private – spiega una nota dell’amministrazione provinciale – non hanno infatti evidenziato criticità, crolli o situazioni di particolare pericolo. Ruozi Berretta sottolinea quindi “l’importanza di operare in raccordo con la Regione e con le istituzioni territoriali“. Per questo il presidente della Provincia, Leopoldo Di Girolamo, e l’amministrazione stanno seguendo la situazione.