Terremoto: la CCIAA ha stanziato un milione per le imprese di Amatrice e Accumuli

MeteoWeb

La Giunta della Camera di Commercio di Roma, come preannunciato nei giorni scorsi dal Presidente Lorenzo Tagliavanti, ha stanziato un contributo straordinario di un milione di euro destinato alle oltre 500 imprese dei territori di Amatrice e Accumoli colpite dal terremoto. Il contributo vuole essere una risposta concreta e immediata ai costi che le imprese dovranno affrontare per la certificazione dei danni subiti e per riavviare materialmente il ciclo della produzione, ma anche per la creazione di spazi multifunzionali nei quali riprendere la normale attività produttiva o fruire di alcuni servizi utili per la ripresa dei processi aziendali. Le modalità di accesso ai fondi saranno consultabili nell’apposito bando che verrà pubblicato, a inizio ottobre, sul sito ufficiale della Camera di Commercio di Roma (www.rm.camcom.it).

Inoltre, in collaborazione con l’Agenzia regionale della Protezione civile del Lazio, la Cciaa di Roma realizzerà ad Amatrice dei locali multifunzionali da destinare al supporto delle attività artigianali e commerciali con all’interno servizi utili come un incubatore d’impresa e postazioni connesse a internet. ”Si tratta di un aiuto concreto e immediato – spiega Tagliavanti – per cercare di facilitare la ripresa di ogni attività, in vista della ricostruzione che richiederà inevitabilmente tempi più lunghi”. Per dimostrare la vicinanza alle comunità colpite dal sisma, da sempre legate alla Capitale, la Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con la sua Azienda speciale AgroCamera, sta organizzando per sabato 24 settembre in Piazza di Pietra, a un mese esatto dalla immane tragedia, un grande evento solidale, in chiave gastronomica, per la raccolta di fondi da destinare alla ricostruzione a cui sono stati invitati, tra gli altri, anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi e il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Lo chef Antonello Colonna coordinerà un gruppo di allievi dell’Istituto Alberghiero di Amatrice che cucineranno, negli stand allestiti, un menù a base di amatriciana al costo di 10 euro. Una kermesse all’insegna della solidarietà e della vicinanza che da sempre contraddistingue Roma e il reatino, il cui ricavato sarà versato sul conto corrente del Comune di Roma Capitale attivato per l’emergenza terremoto.