Terremoto in Macedonia: sismicità ed eventi del passato

MeteoWeb

Un terremoto di magnitudo 5.3 Richter ha colpito la Macedonia il 10 settembre 2016 alle 15:10 ora italiana. L’evento, rilevato dal Servizio Geologico statunitense USGS, ha avuto epicentro a 4 km est-nordest da Skopje ed ipocentro a 10 km di profondità.

Alcune decine di persone sono rimaste ferite lievemente, soprattutto fuggendo dalle proprie case: alcuni sono caduti per le scale, altri hanno cercato di saltare dai balconi dei piani inferiori.

Il territorio della Macedonia (ufficialmente riconosciuta come Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, o FYROM per evitare dispute con la Grecia, paese dove si trova una regione con lo stesso nome), ha una elevata sismicità, come del resto buona parte della Penisola balcanica. La zona più sismica è quella di Vardar .

Nell’area si sono verificati, durante il XX secolo, terremoti di magnitudo compresa fra 6.0 e 7.8. Il più forte, (M=7.8) nel 1904, seguito da quello del 1931 (M=6.7). Ma anche i frequenti terremoti di magnitudo inferiore a 6.0 possono causare gravi danni in questo stato, diventato indipendente dalla Jugoslavia nel 1991.

Il terremoto devastante più recente è quello del 26 luglio 1963: colpì Skopje causando enormi devastazioni e migliaia di vittime. Oltre il 77% delle case ed edifici venne distrutto.