Turismo: domenica a Villa da Schio arte e cultura

MeteoWeb

Proseguono gli appuntamenti “Domenica in Villa tra arte e cultura” con visite guidate ed esposizioni artistiche, volute col preciso intento di dare visibilità agli artisti locali, per consentire loro di far conoscere il proprio talento attraverso le proprie opere. Domenica 25 settembre la protagonista sarà Dragana Maric, prima classificata dell’estemporanea dello scorso 12 giugno in Villa da Schio, con una mostra personale dei suoi dipinti.

Le visite guidate inizieranno dal Parco settecentesco seguendo il percorso delle 35 statue dell’Officina del Marinali, per proseguire nel cortile quadrangolare retrostante la Villa e da qui accedere, attraverso la sagrestia, alla cappella di Santa Maria Maddalena.

L’ampio parco riprende il tradizionale disegno settecentesco, con i viali di piante secolari e ampi spazi verdi. È caratterizzato da tre grandi viali di tigli e carpini che contribuiscono ad aumentare i giochi prospettici dell’intero complesso. Alla fine di ogni viale si trovano dei belvedere dai quali la vista spazia sulla pianeggiante prateria. Il giardino all’italiana e il giardino romantico sono parte integrante del parco, si caratterizzano sia per la vegetazione particolarmente curata che per la presenza delle statue dell’officina del Marinali.

La cappella di Santa Maria Maddalena risale al 1296 e fu fatta erigere da Bellancio da Castelgomberto, frate dei Cavalieri Gaudenti, dietro licenza del parroco Zonta. Nei primi del ‘400 passò di proprietà ai Piovene divenendo la cappella di famiglia. Nel XVI secolo, ormai caduta in rovina, fu completamente ricostruita a ridosso della Villa. Consacrata a Santa Maria Maddalena dal 1796, dà il nome anche alla tradizionale fiera di Castelgomberto. Si ricorda che il complesso è idoneo a essere visitato da persone diversamente abili, per le quali è previsto ingresso gratuito.

INFO DOMENICA 25 SETTEMBRE 2016

  • Indirizzo: Villa da Schio – Via Villa 117 – Castelgomberto – Vicenza
  • Orari di inizio visite guidate:  ore 11:00 –  15:00 – 16:00 – 17:00
  • Durata: 50 minuti circa
  • Prenotazione: è consigliata la prenotazione per gruppi superiori alle 10 persone
  • Ingresso a pagamento: € 5,00 a persona
  • Ingresso gratuito per diversamente abili, under 12 e over 70 anni.
  • Mail: info@villadaschio.eu

DRAGANA MARIC – nota biografica di Dino Vaccaro
“L’artista nasce e cresce a Kotor (YU) il 2 maggio 1967.

Di formazione artistica, nel 1985 consegue il diploma di Disegnatore Tecnico Industriale a Belgrado.

Nel 1992 ottiene la laurea in Grafico Designer presso l’Accademia delle Belle Arti di Sarajevo.

Da sempre appassionata al disegno e alla pittura,sperimenta ogni forma d’ arte muovendo dalla rappresentazione grafica fino ad arrivare al ready made. 

Nell’ambito puramente pittorico il suo percorso artistico parte dal figurativismo per approdare a risultati di forte suggestione. 

La sua pittura si potrebbe definire “umorale” poiché ogni opera parte da uno stato d’animo che steso sulla tela attraverso colori a olio dai toni accesi sortisce risultati singolari, affascinanti e del tutto originali.”

Parte del ricavato dalla vendita delle opere sarà devoluto all’associazione “Il sogno di Stefano”.

IL SOGNO DI STEFANO
Il Sogno di Stefano è un’associazione di volontariato nata nel Veneto il 28 maggio 2004 a fianco del centro di nefrologia, dialisi, trapianto e urologia pediatrica di Padova, e dal  2009 ha allargato la sua attività a livello nazionale e attualmente sostiene, oltre ai reparti di Padova, il reparto di nefrologia pediatrica presso l’Ospedale Sant’Orsola di Bologna.

L’associazione, grazie alla volontà di genitori, medici, paramedici ed altri generosi volontari, è sorta per sostenere centinaia di bambini malati di rene, che vivono storie lunghe e spesso dolorose di malattia e ospedalizzazione. Il bambino che ha bisogno di un trapianto per continuare a vivere, presenta esigenze molto particolari: le malattie renali pediatriche con indicazione al trapianto sono croniche ed invalidanti e quindi inevitabilmente lasciano un segno indelebile nella vita delle famiglie investite.

Stefano, a cui è intitolata l’Associazione, dopo avere combattuto con forza e coraggio per molti anni una grave patologia renale, ha lasciato ai familiari e a tutti coloro che lo hanno curato ed amato la speranza che i bambini e ragazzi affetti da gravi malattie possano essere più fortunati traendo beneficio da nuove forme di diagnosi e terapia. Questa speranza è stata raccolta e fatta propria dalla nostra Associazione.

L’obiettivo del Sogno di Stefano è quello di aiutare i tanti bambini malati di rene ad avere una vita normale, favorendo e promuovendo la ricerca scientifica ed impegnandosi a sostenere i bisogni logistici, educativi e psicologici dei bambini e delle loro famiglie. E di accompagnare e sostenere le famiglie con l’attività di volontariato che si svolge grazie all’impegno dei nostri volontari nei reparti di nefrologia e urologia pediatrica di Padova e di Bologna, considerato che il più delle volte le famiglie arrivano da molto lontano.

Il sito: www.ilsognodistefano.it