Alla scoperta del Parco Sempione, il polmone verde di Milano

MeteoWeb

Per godere appieno della bellezza dei caldi colori autunnali non c’è bisogno di viaggiare molto lontano. Basta organizzarsi per una visita in uno dei parchi più belli d’Italia, trascorrendo qualche ora piacevolmente immersi in paesaggi pittoreschi.

A Milano, ad esempio, da non perdere una visita al Parco Sempione, così chiamato in quanto posto lungo la direttrice che dal Duomo porta, attraversando l’Arco della Pace, al Passo del Sempione. Realizzato a partire dal 1860 dall’architetto Alemagna, divenendo sede di iniziative pubbliche come l’Esposizione internazionale del 1906 di cui resta, come testimonianza, il Padiglione dell’Aquario civico in stile liberty, opera dell’architetto Locati, restaurato nel 2006.

PARCO SEMPIONE 3Il grande parco all’inglese, che occupa un’area di 386.000 mq, sede centrale del tempo libero dei milanesi, tra specchi d’acqua, cespugli, ponticelli e aiuole, riserva una serie di edifici storici rappresentativi: l’Arena Civica, l’Arco della Pace, la Torre Littoria, oggi nota come Torre Branca di Giò Ponti. Tante le sculture disseminate nel verde tra cui le sirenette bronzee del Ponte di San Damiano e quelle dei Bagni misteriosi di Giorgio de Chirico, grande maestro dell’arte metafisica.

PARCO SEMPIONE 1Nel parco di certo non c’è modo di annoiarsi: ci si può sedere ai tavolini del suo bar, si possono cercare le opere d’arte nascoste nel verde, connettersi ad internet grazie alla copertura wi-fi di cui il parco è dotato, magari all’ombra di pini e agrifogli, fare un corsa, andare in bici, giocare a pallone, fresbee e basket. Per i più piccoli: aree attrezzate con scivoli, altalene, rete di corde, giostre, un trenino, un circuito di gokart elettrici e pista di pattinaggio.