Allergie autunnali: sintomi, diagnosi, cura e prevenzione

MeteoWeb

Normalmente si pensa che sia la primavera la stagione delle allergie, ma anche l’autunno può riservare brutte sorprese. Tra i sintomi delle allergie autunnali, seppur meno intensi di quelli primaverili, troviamo: naso che cola, starnuti, prurito agli occhi, lacrimazione.

Le allergie autunnali sono causate da pollini, muffe ed acari. Nelle regioni del centro-sud è la parietaria a scatenare reazioni allergiche, mentre a nord il pericolo è legato all’Ambrosia e alle graminacee. Nel primo autunno, inoltre, si assiste all’ultima coda del periodo delle muffe. All’aperto, le spore possono dare allergia fino ai primi freddi, mentre al chiuso, in ambienti particolarmente umidi, possono causare problemi anche durante l’inverno.Un pericolo insidioso nei mesi freddi è rappresentato dagli acari che si annidano nella polvere, nei tappeti, nei materassi, nei divani e nei cuscini. Le allergie alimentari di stagione meritano un discorso a parte: esistono, infatti, frutti e cibi tipici dell’autunno che possono causare intolleranza e reazioni allergiche. Tra questi va citata la frutta secca, come nocciole, mandorle, noci, arachidi, che possono facilmente dare allergia, e alcuni frutti freschi che maturano in questo periodo: kiwi, castagne, fichi, uva e cachi.

ALLERGIE AUTUNNALI 3La diagnosi e la cura delle allergie autunnali seguono l’iter tipico delle allergie, quindi test cutanei per conoscere la natura dell’allergia e ricerca degli anticorpi IgE specifici. Il trattamento consiste anche in questo caso, in farmaci antistaminici, preferibilmente senza effetti di sonnolenza, anche nelle formulazioni di spray nasale per controllare la rinite, colliri contenenti antistaminici e antinfiammatori. Come prevenire le allergie autunnali?Premettendo che è sempre meglio rivolgersi con largo anticipo ad uno specialista per verificare la presenza di eventuali sensibilizzazioni, per scongiurare allergie da pollini è consigliabile non uscire di casa nelle ore più calde e luminose del mattino e, una volta rientrati a casa, cambiarsi l’abbigliamento su cui si sono depositati i pollini, effettuando una doccia.

ALLERGIE AUTUNNALI 1Attenzione agli animali da compagnia in quanto i peli di cani e gatti sono ricettacoli di numerosi pollini allergenici. Inoltre, controllate periodicamente sottoscala, garage, ripostigli, armadi, moquette e luoghi chiusi e poco areati, ambienti ideali per la proliferazione delle spore di muffa; dedicate più tempo alla pulizia del frigorifero in quanto le muffe possono diffondersi nell’aria ma anche contagiare gli alimenti sani; pulite con cura i filtri dell’umidificatore e del climatizzatore prima di azionarli. Contro gli acari, che muoiono già a 60° di temperatura, lavate lenzuola e tende a caldo, utilizzate il vaporetto per sterilizzare materassi e cuscini, evitate l’accumulo di oggetti polverosi (es. libri e giornali) specie nelle stanze in cui si dorme.