ExoMars, il primo astronauta italiano: “Essere tra i primi a mettere piede su Marte è un sogno che si avvera”

MeteoWeb

Per un astronauta essere tra i primi a mettere piede su Marte è un sogno che si avvera” ma “ad oggi, non abbiamo le tecnologie che consentono a un equipaggio di affrontare in sicurezza un viaggio di andata e ritorno così lungo“, “anche se mi piacerebbe essere tra i primi a mettere piede sul Pianeta Rosso, avrei paura delle radiazioni. Almeno finché non si riuscirà a trovare un sistema che garantisca agli astronauti una protezione adeguata, come ad esempio ricostruire attorno alle navicelle un campo magnetico simile a quello sulla Terra“: queste le dichiarazioni di Franco Malerba, primo astronauta italiano della storia, in un intervento sul Secolo XIX. “Un viaggio su Marte non farà solo paura per la propria incolumità. Una buona dose di coraggio sarà indispensabile ai futuri esploratori che dovranno stare lontano per mesi dalla famiglia, dal proprio Pianeta, con la consapevolezza di fare qualcosa che mai nessuno prima ha fatto, con tutti i rischi che ne conseguono. Fra 15 anni sarà diverso e, grazie a collaborazioni internazionali, ce la faremo. Queste missioni preparatorie renderanno tutto più semplice. Magari creeremo stazioni intermedie o flotte di navicelle per scortare gli astronauti sul Pianeta Rosso. Sarà un’emozione assistere a questo storico salto. Anche per un astronauta come me, che quando guarda il cielo sogna ancora di volare nello spazio“.